Gelati Letterari: quattro autori e le loro opere

Gelati Letterari: la locandinaGelati Letterari: la locandina

Giovedì 2 agosto, dalle ore 21, ancora un appuntamento con cultura e buon cibo grazie all’iniziativa dei Gelati Letterari, format che vede di volta in volta presentazioni di libri di autori locali, abbinate a un buon gelato e a una splendida vista sul mare di notte presso La Playa.

Questo giovedì tocca a quattro autori della Tabula Fati, la casa editrice di Marco Solfanelli, ideatore della rassegna che ha riscosso ottimo successo; gli scrittori sono Anna Maria Pierdomenico, Tonia Orlando, Assunta Marinelli e Danilo Orlando.

La prima, che intervistammo proprio su queste colonne un anno fa, è una giovane scrittrice di Francavilla, promessa del romanzo storico. Il romanzo che presenta Anna Maria Pierdomenico è Rebecca. La figlia del Diavolo, una classica storia di pirati, in puro stile salgariano ma con la presenza rivoluzionaria di Rebecca, una piratessa donna volitiva e coraggiosa, ma anche piena di fragilità come solo un personaggio della letteratura più moderna può essere. Anna Maria parlerà probabilmente anche del suo nuovo romanzo, a breve in uscita e di cui torneremo a occuparci.

Anche Tonia Orlando è una nostra buona conoscenza; la intervistammo infatti qualche mese fa a proposito della sua bella raccolta di poesie, Sotto un cielo di miele, nel quale rievoca attraverso brevi quadretti di grande umanità le nostre tradizioni e i nostri sentimenti.

Le stanze della memoria è invece il bel romanzo di Assunta Marinelli. Un romanzo intimista e personale, articolato come una confessione vera e propria di una donna intenzionata a recuperare la sua dimensione attraverso il confronto col passato. Una storia che tocca la sensibilità di tutti noi, a partire dalla splendida copertina che ospita una tela del grande Edward Hopper, il pittore della solitudine e della depressione del grande Sogno Americano.

Infine Danilo Orlando, altro giovane scrittore nostrano.

Il trasferimento di Ciriaco Rodolà è un racconto surreale e distopico che si va a inserire nella tradizioni di grandi autori italiani, pensiamo a Calvino, e stranieri, come Bulgakov e Gogol, ma che a me ha anche ricordato The Lobster, recentemente al cinema.

Da leggere con attenzione fino alle ultime righe e al colpo di scena finale.

La serata sarà come sempre coordinata da Antonio Fagnani e Kristine Maria Rapino.

Una serata quindi da non perdere, e se la letteratura non facesse per voi, c’è sempre il gelato.

Articolo offerto da: