Nei cesti natalizi le eccellenze abruzzesi

cesti abruzzesi

I regali enogastronomici sono senza dubbio tra i più apprezzati durante il periodo natalizio, in particolar modo i cesti contenenti prodotti tipici. La nostra regione, a tal proposito, può vantare una produzione d’eccellenza: formaggi, salumi, lenticchie, vini, miele, torroni, parrozzi, caggionetti, genziana e altre prelibatezze abruzzesi.

Tra i formaggi più rinomati di antica tradizione casearia, ci sono il Pecorino di Farindola e il Canestrato di Castel del Monte. La particolarità del pecorino che lo rende probabilmente un prodotto unico al mondo è l’utilizzo del caglio di maiale che gli conferisce un sapore e un aroma particolari.
Tra i salumi nostrani un posto d’onore meritano la mortadella di Campotosto (popolarmente detta coglioni di mulo), il salame aquilano e la ventricina teramana. Almeno una di queste prelibatezze non può mancare in un cesto abruzzese che si rispetti!
Le lenticchie di Santo Stefano di Sessanio sono una specialità tipica del Gran Sasso, coltivate sin dai tempi del Medioevo, piccolissime e saporite, non necessitano di ammollo preliminare. La Castagna Roscetta è la regina incontrastata della Valle Roveto, così chiamata per il colore rosso vivo alla raccolta. Anche in questo caso l’eccellenza del prodotto è garantita grazie alle sue elevate caratteristiche di fragranza e sapidità.
Passando ai dolci ce n’è per tutti i gusti: dal celeberrimo Parrozzo, ideato e preparato nel 1920 da Luigi D’Amico, ai caggionetti, alle sfogliatelle e ai bocconotti. Infine, in ogni casa abruzzese che si rispetti non possono mancare Genziana e Ratafià, i liquori più conosciuti e apprezzati del nostro territorio.

Articolo offerto da:

Archidea