L’Hay Festival nella città del libro

Hay-on-Wye

Hay-on-Wye in Galles, un villaggio di 1.800 anime

­È un piccolo paesino del Galles di 1.800 abitanti, ma con le sue 40 librerie si è meritato pienamente il titolo di Città del Libro (Book Town), conquistato negli anni ’70. Siamo a Hay-on-Wye, un villaggio che grazie proprio a questo primato è diventato una rinomata meta turistica per gli appassionati di lettura. Dal 24 maggio al 3 giugno, si svolge l’Hay Festival, un evento annuale dedicato ai libri, con scrittori, politici, poeti, filosofi e musicisti che animano la città con con seminari e concerti. L’evento ospita circa 85 mila persone provenienti da tut­to il mondo. Nelle nu­merose librerie è pos­si­bile ac­quistare, oltre ai capolavori della letteratura mondiale, anche testi rari o fuori produzione, a prezzi davvero sorprendenti. Tra le più ri­cer­cate ci sono il Booths Bo­okshop che ospita anche un centro be­nessere, il Murder and Mayhem, dedicato agli horror e il Rose’s Book, dedicato alle opere rare. Ma le librerie a Hay non sono gli unici luoghi in cui scovare entusiasmanti letture. Ogni angolo della città trabocca di libri, piccole librerie in legno, si trovano spesso appese alla facciata di un edifico. Anche l’e­sterno dell’imponente castello cittadino del XIII secolo, conta file interminabili di libri in vendita. Hay-on-Wye of­fre paesaggi da fiaba: fitti boschi, colline e piccoli ponti di pietra che attraversano il fiume Wye lungo le cui sponde si sviluppa l’intera cittadina, fatta di case con le facciate a graticcio, stradine lastricate che brulicano di negozi e pub, e sentieri. La principale attrattiva naturalistica è il Brecon Beacon National Park, cascate, foreste, montagne e grotte si alternano a ex aree industriali come Blae­navon oggi patrimonio mondiale dell’Unesco.

Articolo offerto da: