Emozioni forti: la Piscina del Diavolo

cascate del diavolo

Per cuori forti e impavidi, la “Piscina del Diavolo” è in cima alla cascate Vit­toria, Livingstone, nello Zambia. In questo punto delle cascate, una barriera naturale di roccia sul bordo del di­rupo ha creato una vera e propria piscina in cui la corrente è più quieta e si può nuotare senza il rischio di essere trascinati nel baratro.

La piscina del diavolo è un piccolo specchio d’acqua dove, tra i mesi di settembre e dicembre, in concomitanza con la stagione secca, quando la portata delle acque è decisamente minore, i turisti più intrepidi amano sguazzare e tuffarsi sprezzanti del pericolo. Segno particolare della piscina mozzafiato è quello di trovarsi in cima alle cascate Vittoria proprio sull’orlo del precipizio.
Per raggiungerla si prende una piccola imbarcazione a Livingstone Island, una piccola isola vicino al bordo delle Cascate. Quando ci si ritrova difronte alla Devil’s Pool, l’ultimo passo è quello che richiede più coraggio. E’ necessario il cosiddetto “tuffo liberatore”, come viene chiamato nella lingua locale, ovvero una salto dalle rocce direttamente nel fiume impetuoso che circa 70 metri più avanti precipita nel vuoto formando una cascata alta 103 metri. Dopo il tuffo, ci si ritrova in un’acqua sorprendentemente tiepida, poi si nuota nella parte superiore delle cascate, per circa 20 minuti, fermandosi ogni pochi metri per nuotare direttamente a monte perché la corrente trascina più vicino al bordo. Arrivati nel mezzo della piscina la situazione cambia notevolmente, l’acqua diventa calma e ci si ritrova in una grande pozza naturale tranquilla e sicura, non resta altro che resistere alle vertigini, avvicinarsi alla parete rocciosa e affacciarsi, meglio se tenuto da una guida o un compagno di escursione, per assistere da spettatore privilegiato a una vista che non si può godere in nessun’altra parte del mondo.

Articolo offerto da:

Le dolcezze napoletane