La Pelosa, incantevole spiaggia del litorale sardo

La PelosaLa Pelosa

Affacciata sul Golfo dell’Asinara, una delle più famose spiagge della costa sarda, La Pelosa, incanta folle di turisti con le sue acque cristalline, i fondali turchesi, la sabbia bianca e finissima e i panorami mozzafiato.

Secondo il sito-comunity TripAdvisor, La Pelosa è la seconda spiaggia più amata d’Italia e l’ottava in Europa. Situata all’estremità nord-est di Capo Falcone, è protetta dal mare aperto da una barriera naturale formata dai faraglioni di Capo Falcone, dall’isola Piana e dall’Asinara che rendono le acque particolarmente placide. La spiaggia è munita di un ampio parcheggio, dotata di bar e ristorante, quindi è predisposta anche per accogliere famiglie con bambini. Nei mesi di luglio e agosto è particolarmente affollata, per questo sono preferibili i mesi di giugno e settembre per trascorrere vacanze più rilassanti. La Pelosa si trova nel piccolo comune di Stintino, ricoperto dalla macchia mediterranea che con il suo verde fa da cornice al mare e alle innumerevoli piccole scogliere.

Il paese si sviluppa intorno a due insenature, che ospitano altrettanti porticcioli per barche da pesca e da diporto ed ha saputo mantenere il fascino del vecchio borgo marinaro. Sulla costa si stagliano, maestose e imponenti, la Torre aragonese della Pelosa, seicentesca, e la Torre saracena del Falcone. La Torre della Pelosa è ovviamente la più famosa ed è diventata quasi un’icona, il simbolo stesso della spiaggia della Pelosa, costruita nel 1578 dagli A­ra­gonesi, è una fortezza di pietra e di forma cilindrica ad un solo piano con volta a fungo, alta 6 metri. La Torre del Falcone domina l’omonimo promontorio, edificata nel 1577, al contrario della Torre Pelosa, presenta un ottimo stato di conservazione. Ha una forma tronco-conica ad un solo piano e volta a cupola. Può essere raggiunta con qualche difficoltà a piedi oppure, per chi preferisce, in fuoristrada.

Articolo offerto da:

Bar Roberto
Archidea