La provincia ha effettuato 40 opere di manutenzione e di adeguamento sismico nelle scuole del pescarese per 51 milioni

de martinis e scorrano

Da lunedì le scuole di competenza della Provincia riapriranno i battenti. “In estate sono state realizzate circa 40 opere di manutenzione ordinaria e straordinaria, di adeguamento sismico e di ampliamento degli spazi per un totale di 51 milioni di euro – afferma il presidente Ottavio De Martinis – . In alcuni edifici scolastici gli interventi sono terminati e in altri verranno sospesi per permettere il normale rientro in classe agli alunni delle scuole secondarie di secondo grado. Siamo molto soddisfatti degli interventi svolti e ringrazio per questo l’ufficio tecnico provinciale e la collaborazione con l’Ufficio scolastico e i dirigenti delle scuole. Altri interventi proseguiranno durante il periodo di chiusura delle attività, in particolare, nelle vacanze di Natale, Pasqua e in estate. Solo in due scuole come l’Alberghiero De Cecco e il Liceo Marconi i cantieri resteranno aperti senza interferire però con la regolare didattica”.

Per permettere il rientro in classe senza problemi la Provincia ha gestito al meglio alcuni spostamenti in accordo con i dirigenti scolastici. “Alcune classi del Liceo Marconi si dovranno spostare all’Istituto Ravasco in viale Bovio, alcune sezioni del De Cecco si sposteranno su via Tirino e all’Istituto Ravasco di via Italica – spiega il dirigente tecnico della provincia Marco Scorrano – . Le realizzazioni di nuove strutture proseguiranno, quindi, al Liceo Marconi con la costruzione della nuova palazzina, al Bellisario-Misticoni sempre con la realizzazione della nuova struttura di via Einaudi e al De Cecco con degli interventi di adeguamento sismico. Nelle altre scuole pescaresi, sempre di competenza della Provincia di Pescara, alcune classi del Volta, come lo scorso anno, si dovranno spostare al vicino palazzo Fuksas, mentre alcune sezioni del Liceo D’Annunzio andranno all’Istituto Nostra Signora di via D’Annunzio”.

Gli spostamenti sono stati previsti in accordo con l’Ufficio scolastico provinciale, guidato dal direttore Pierangelo Trippitelli e con i dirigenti scolastici nel corso di una riunione, alla quale ha preso parte anche il dirigente tecnico provinciale Marco Scorrano e il funzionario delle scuole Paolo Di Gabriele.

Nelle altre scuole pescaresi, sempre di competenza della Provincia di Pescara, alcune classi del Volta, come lo scorso anno, si dovranno spostare al vicino palazzo Fuksas, mentre alcune sezioni del Liceo D’Annunzio andranno all’Istituto Nostra Signora di via D’Annunzio. Lo Spaventa di Città Sant’Angelo rientrerà in sede a partire dal 18 settembre, dopo la consegna dell’edificio prevista per lunedì prossimo. A Penne per il De Sterlich sono stati presi dei locali in affitto, A Popoli e Torre de’ Passeri, così come a Montesilvano nell’Istituto Alessandrini e nel Liceo D’Ascanio, i lavori sono terminati e non interferiranno con la ripresa della campanella di avvio.

Articolo offerto da:

Archidea