I nuovi volontari della Protezione Civile di Montesilvano superano gli esami

protezione civile montesilvano

Con gli esami finali di ieri al Pala Dean Martin si è conclusa la XIV edizione del corso base dell’Associazione Protezione Civile di Montesilvano, rivolto a 75 aspiranti volontari. Ieri l’assessore alla Protezione Civile Lino Ruggero ha portato il saluto dell’amministrazione comunale ai nuovi volontari insieme all’assesore Paolo Cilli. Nelle sei lezioni, iniziate dal mese di novembre, sono saliti in cattedra alcuni funzionari nazionali e regionali, il capitano della Compagnia dei Carabinieri di Montesilvano, Luca La Verghetta, il coordinatore infermieristico del 118 di Pescara, Enrico Di Sigismondo e la responsabile della Psicologia di emergenza dell’Ordine degli Psicologi abruzzesi, Monica Ventura. I nuovi volontari ora dovranno seguire dei corsi interni scegliendo tra 5 aree di specializzazione (sociale, psicologia di emergenza, primo soccorso, antincendio, logistica e segreteria) per poi essere impiegati nell’assistenza della popolazione. Il corso è stato voluto dal presidente Gianni Faieta, che guida l’associazione di Montesilvano composta da oltre 120 volontari.

“Ringrazio i nuovi operatori di protezione civile e spero che questa esperienza abbia portato nuovi arricchimenti – ha detto l’assessore Ruggero –  utili sia per proseguire l’impegno all’interno dell’associazione con i corsi di specializzazione sia nella vita personale. Ci tenevo a salutare tutti i volontari, che in questi due anni di emergenza sanitaria sono stati vicini alla popolazione operando in maniera gratuita e mettendo a disposizione della comunità il loro tempo. Queste lezioni, appena concluse spero possano essere state utili per coloro, che intendono proseguire questo percorso al fine di operare in situazioni di emergenza sempre più formati e preparati. Grazie di cuore a tutta l’associazione per quello che sta facendo sul nostro territorio”.

Mauro Casinghini, direttore dell’Agenzia regionale di Protezione civile, il 16 dicembre scorso ha tenuto una lezione ai corsisti spiegando come i volontari hanno un rilievo determinante nelle operazioni di assistenza alla popolazione: “L’importanza dell’organizzazione di questi corsi assume grande rilevanza per la protezione civile sia per far fronte ad emergenze che riguardano il territorio comunale, sia per le esigenze della regione – ha spiegato Casinghini – . Determinate è stato fino ad oggi l’apporto del volontariato in questa fase di emergenza covid così come determinante è l’apporto dei volontari per la salvaguardia del territorio. L’Abruzzo conta 4.000 volontari ed è ben collocata attraverso le varie esperienze emergenziali che hanno contribuito a sensibilizzare ancora di più la popolazione alla partecipazione dei vari corsi”.

Articolo offerto da: