You Wanna Be Americano torna il 14 luglio

You Wanna Be Americano 2

Impossibile frenare la dilagante febbre Fifties: si rinnova per il nono anno l’appuntamento a Pescara con il Festival YOU WANNA BE AMERICANO, dedicato alla musica, alla cultura ed alla moda degli anni ’50 e ’60 in America e in Italia.

Il festival è organizzato dal Comune di Pescara ed Endas Abruzzo e coordinato da Marco “Sburzo” Di Pietro, direttore artistico e creatore di uno dei primi Festival a tema vintage della regione Abruzzo.
Dopo il successo di pubblico della ultime edizioni svolte nel Centro Commerciale Naturale cittadino, torna la rassegna dedicata ai tanto rimpianti ciuffi impomatati e gonne a palloncino.
You Wanna Be Americano, manifestazione per sua natura itinerante, conferma la scelta delle vie del centro di Pescara come palcoscenico di questo originale Vintage Street Musicians Festival che trasformerà per un giorno le vie dello shopping in una macchina del tempo capace di farci rivivere la magia di quei favolosi anni passati ma mai dimenticati.
Una serata a base di rock‘n’roll, swing e rockabilly con sfumature blues, soul e r’n’b sulle note di quattro fantastiche band:
Miss Spy C. & the Poker Jokers
Piccola Bottega dello Swing
Rough and Ready
La Sbanda

Le esibizioni delle band saranno supportate dalle selezioni musicali e dalle esibizioni delle scuole di ballo Swing Bullets, Dragonfly, Fuego Lab, West Family Country Western Dance, che accompagneranno i presenti in un viaggio indietro nel tempo sulle note dei miti della musica riproponendo tutte le hit anni ’50 e ’60 di pietre miliari della musica come Elvis Presley, The Beatles, The Rolling Stones, Chuck Berry, The Beach Boys, Johnny Cash e tanti altri.

Non solo musica, per tutte le ragazze, infatti, ci sarà la possibilità di rivivere il fascino intramontabile delle pin up anni ’50 grazie alle acconciature e make up in stile, Piazza Salotto invece sarà invece la base espositiva di meravigliose auto d’epoca e fantastiche moto custom.
You Wanna Be Americano da sempre si caratterizza per la sua volontà di far conoscere e celebrare la cultura e i costumi propri degli anni ’50 e ’60 in Italia e in America, a questo deve i numerosi seguaci che ogni anno sempre di più affollano le date della manifestazione.
“Una manifestazione divertente e trasversale – dice Marco “Sburzo” Di Pietro, direttore artistico, ideatore e organizzatore del festival – a cui partecipano appassionati del genere provenienti da tutta Italia, estimatori del mondo vintage, ma anche famiglie con bambini: un pubblico sempre più numeroso ed eterogeneo che, ormai da anni, conferma il successo delle nostre iniziative”.

Tirate fuori le gonne a ruota della mamma e le giacche di pelle chiuse in armadio: l’abbigliamento dovrà essere rigorosamente a tema Grease ed Happy Days.

Articolo offerto da:

Archidea