Martinsicuro: quattro albanesi in manette per aggressione a Pubblico Ufficiale

arresto a martinsicuro

Ieri sera gli agenti del Reparto Prevenzione Crimine Abruzzo, in servizio di controllo del territorio, hanno tratto in arresto a Villa Rosa di Martinsicuro quattro cittadini albanesi, alcuni già noti alle forze dell’ordine, mentre un quinto è stato denunciato a piede libero.

Tutto è iniziato nel tardo pomeriggio di ieri quando, sulla SS. 16, una pattuglia della Polizia decideva di controllare un’autovettura con a bordo due uomini sospetti. Il veicolo, infatti, alla vista dei poliziotti, aveva accelerato improvvisamente, immettendosi in una stradina laterale.

Dopo un breve inseguimento, gli agenti hanno raggiunto il veicolo, rilevando la presenza del solo passeggero. Poco dopo l’autista è stato rintracciato, nascosto in un canneto vicino.

Nel mezzo dei controlli di rito, dal piazzale adiacente, tre uomini, scavalcando il muro di recinzione, si sono avvicinati strappando violentemente dalle mani dei poliziotti i documenti e spintonandoli al fine di favorire la fuga del conducente.

Nel frattempo due equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine e una pattuglia della Squadra Mobile, inviati sul posto, riuscivano infine a bloccare i cinque uomini. Quattro di essi (C. L. di 34 anni, C.J. di anni 30, X E. di anni 23 e T.I. di anni 28) sono stati tratti in arresto per violenza, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, mentre il quinto, è stato denunciato per resistenza a Pubblico Ufficiale.

 

Articolo offerto da:

Archidea