Operazione “Periferie Sicure”

operazione periferie sicure

Una vasta operazione, denominata “Periferie Sicure”, ha visto impegnati i Carabinieri della Compagnia di Pescara, congiuntamente alla Compagnia Intervento Operativo del 14° Battaglione Calabria, nel controllo dei quartieri più sensibili della città, tra i quali Rancitelli, Fontanelle, Zanni e San Donato.

Durante l’operazione numerose pattuglie e militari, hanno proceduto ad effettuare controlli alla circolazione stradale, perquisizioni per la ricerca di droga e armi, nonché controlli a soggetti in regime di detenzione domiciliare. In totale, nei primi due giorni, sono stati fermati e controllati circa 70 veicoli ed identificate più di 100 persone, elevate numerose sanzioni al Codice della Strada, specialmente per guida senza cinture di sicurezza e mancanza di copertura assicurativa. Denunciate anche tre persone in stato di libertà e segnalata una alla locale Prefettura per uso di sostanze stupefacenti.

Nello specifico, gli operanti hanno denunciato in stato di libertà:

  • M.G., 35enne residente in provincia di Pescara poiché, sottoposto a perquisizione personale, è stato trovato in possesso di 1 coltello di 16 cm;
  • un tunisino 49enne, senza fissa dimora, e un marocchino 36enne, senza fissa dimora, con precedenti di polizia, poiché, sottoposti a controllo in via Lago Sant’Angelo, sono risultati entrambi inottemperanti a due distinti ordini di espulsione.

L’operazione “Periferie Sicure”, proseguirà senza sosta fino al conseguimento dell’obiettivo finale, quello di accrescere il senso di sicurezza dei residenti dei quartieri a rischio attraverso mirate attività di prevenzione/repressione di reati di ogni tipo.

Articolo offerto da:

Archidea