Riqualificazione banchine portuali, al via la gara d’appalto

porto di pescara

Continua l’iter del progetto di riqualificazione delle banchine del porto canale di Pescara, per un investimento di 552 mila euro su un finanziamento complessivo di 1.300.000 milioni per i quattro porti abruzzesi.

L’elaborato definitivo esecutivo è ora pronto per l’appalto, per diventare cantiere già entro la primavera. Tante le novità emerse nella conferenza di ieri con il sindaco Marco Alessandrini, il consigliere delegato al Mare, Riccardo Padovano, il comandante della Capitaneria di Porto Donato De Carolis, Enzo Del Vecchio per l’Autorità regionale del Sistema Portuale e i rappresentanti dell’Autorità Marittima di Ancona.

Il sindaco ha confermato che il progetto diventerà cantiere al più presto avendo ricevuto il punteggio massimo fra gli elaborati abruzzesi. Il fine è quello di rendere più bella e fruibile una parte storica della città e della nostra economia, migliorando l’operatività di un comparto che a Pescara occupa 240 persone, con una produzione, secondo i dati 2016 della Camera di Commercio di Pescara, di 565 mila chili di pescato e con un fatturato di oltre 3,3 milioni di euro.  Il consigliere al Porto, Riccardo Padovano ha ribadito la volontà di avviare i lavori entro un mese, specificando che il progetto prevede:

  • la predisposizione dei parabordi;
  • la realizzazione di un’area dedicata alla riparazione delle reti;
  • un’area di cattura con una sala di attesa sulla banchina sud per potersi rifocillare e attendere in rientro delle barche, all’interno della quale ci sarà anche la stazione meteo;
  • servizi igienici a servizio di entrambe le banchine;
  • il ripristino della parte di  banchina nord realizzata in pietra della Maiella;
  • il ripristino delle fontanine ubicate su entrambe le banchine;
  • la dotazione delle reti fognarie di acque bianche e nere collegate al Dk15
  • il mercatino a miglio zero di prossima istituzione.

Articolo offerto da:

Archidea