Anche in inverno, il gelato non va in vacanza

gelati artigianali

Concentrato di delizioso refrigerio e prezioso alimento nutritivo, il gelato piace al 95% degli italiani. Se è vero che non c’è estate senza gelato, è altrettanto vero che il consumo del gelato non si arresta neanche con le temperature più rigide.

La maggior parte delle gelaterie restano aperte anche d’inverno e propongono gusti che si accordano con il clima. Oltre ai grandi classici come pistacchio e cioccolato: arancia, noci, castagna, mascarpone, cachi, pere, marron glacé. Tutte creme vellutate con la pastosità ideale che non risulta troppo fredda al palato.

I gelati artigianali, oltre alle numerose proprietà nutritive (proteine, calcio, vitamine, carboidrati, sali), rappresentano un momento di pausa golosa, un antistress naturale che aiuta a migliorare l’u­more soprattutto quando i gusti sono a base di cioccolato, trasmettendo al cervello una sensazione di appagamento dovuta allo zucchero e agli ingredienti più grassi contenuti al suo interno.  A condizione di consumarlo senza esagerare, non danneggia la linea, ma è meglio orientarsi ver­so il prodotto artigianale dove la preparazione prevede ingredienti sen­za coloranti e aromi chimici.

Dal pun­to di vista alimentare i gelati si possono dividere in due categorie: quelli alla frutta e quelli alle creme. I gelati alla frutta sono a base di succo o di polpa di frutta, di zucchero e acqua. Il loro valore calorico non è molto alto, circa 100 calorie per ogni 100 grammi e  sono facilmente digeribili. I gelati alla crema sono altamente nutrienti e forniscono circa 230 calorie ogni 100 grammi di gelato. Le contengono tutte le principali vitamine, soprattutto A, B e D, e molti sali tra cui calcio, fosforo e ferro.

Articolo offerto da:

Bar Roberto