Arredamento: vetri e cristalli, un tocco di classe

cristalli

Facilmente coordinabili ad ogni stile di arredo, gli oggetti di vetro e cristallo suggeriscono piacevoli ac­costamen­ti o modernissimi contrasti. Bicchieri, portacandele, vasi, portaoggetti, statuine, animali, fermacarte, fiori, impreziosiscono la casa creando un’ am­biente raffinato.

La leggenda fa risalire la scoperta del vetro ad alcuni mercanti fenici i quali, bruciando dei pani di nitro sulla sabbia si accorsero che essa si scioglieva trasformandosi in un liquido trasparente. I popoli antichi, egiziani e romani, produssero ed esportarono oggetti di vetro di pregevole fattura ma fu verso l’anno mille che la lavorazione di questo materiale offrì le sue creazioni più suggestive nella raffinata arte veneziana.

Dal Medioevo domina incontrastata l’esclusiva tecnica di Murano che unisce la pittura a smalto alla decorazione del vetro a freddo. Ancora oggi Murano ha saputo conservare la fama raggiunta e le sue fabbriche continuano a produrre og­getti tra i più apprezzati della produzione italiana nel mondo.

Le tipologie di vetro utilizzante nell’arredamento e nella realizzazione di elementi di arredo e design sono disparate: il vetro co­mune (detto bianco), il vetro per gli specchi, il vetro ghiacciato, la cui superficie è stata smerigliata con un getto di sabbia, il vetro colato, traslucido e stampato con motivo in rilievo su entrambi i lati.

La lavorazione del cristallo, invece, conobbe il suo massimo splendore nel periodo carolingio, diffondendosi rapidamente in Sicilia e in Egitto e nei territori arabi. Il cristallo è un vetro che possiede particolari peculiarità di lucentezza, trasparenza, elasticità e sonorità. La differenza sostanziale con il vetro è che il cristallo contiene ossido di piombo, secondo la legge italiana però, la percentuale di piombo deve essere superiore al 24%.

Il cristallo commercialmente in commercio si distingue in cristallo vero, a base prevalente di potassa, il semicristallo a base prevalente di soda, il cristallo di Boemia, simile a quello vero ma più leggero e resistente, oggi i cristalli di Boemia sono il prodotto artigianale più famoso di Praga, che è colma di negozi ad essi dedicati ed infine i famosi cristalli Swarovski, in vetro e piombo, ideati da Daniel Swaro­vski un tagliatore di vetro e gioielliere svizzero, originario della Boemia che nel 1895 fondò la Swaro­vski company, conosciuta nel mondo. I prodotti swarovski spaziano dai componenti per bigiotteria all’ottica di precisione, dall’oggettistica per la casa, alla gioielleria.

Articolo offerto da:

lu scaricarell