Confcommercio, sì ai parcheggi estivi sulla strada parco

Riccardo PadovanoRiccardo Padovano

Esplode la stagione balneare e con essa si ripropone la questione annosa dei parcheggi estivi lungo il litorale pescarese.

Il presidente del SIB/Confcommercio Pescara, Riccardo Padovano, si esprime a favore dei parcheggi da usufruire lungo la strada parco.

“Non capiamo davvero perché non dovrebbe essere ripristinata una soluzione fondamentale per il turismo estivo, che ha sempre ricevuto l’apprezzamento di coloro che vengono a Pescara, tra l’altro limitata al solo fine settimana e che genera anche introiti all’Amministrazione Comunale. Mille posti auto nei week end estivi, quando soprattutto le famiglie si riversano sulle spiagge, sono una manna dal cielo che qualunque città che ambisca ad essere turistica vorrebbe poter avere.

Sembra invece che a volte l’Amministrazione Comunale di Pescara anziché intervenire su ciò che non funziona vada ad intervenire su ciò che funziona. A tal riguardo siccome prevenire e meglio che curare mi riferisco anche alla paventata ipotesi di pedonalizzare alcuni tratti della Riviera Nord che sarebbe un’autentica follia contro cui si ribellerebbe tutta la cittadinanza. Ancora in questi giorni su Via Carducci era presente un’interminabile coda di auto che ha creato gravi disagi per cittadini, commercianti, albergatori e stabilimenti balneari.

Ripetiamo che tutto ciò è stato sopportato in silenzio per spirito di servizio per favorire i lavori di riqualificazione del manto stradale ma non si pensi neanche per un attimo che la chiusura della Riviera possa divenire una scelta strategica non legata a fatti straordinari e contingenti come la Notte Bianca dell’Adriatico. Invitiamo pertanto l’Amministrazione Comunale ad operare scelte responsabili e logiche ripristinando come sempre avvenuto negli ultimi anni il parcheggio sulla strada parco.

Avremmo potuto fare a meno del parcheggio sulla strada parco se il Comune avesse realizzato quanto da noi ripetutamente richiesto e cioè i parcheggi nell’area ex Fea, in Piazza I Maggio e nelle Naiadi. E saremmo stati contenti se la strada parco fosse già utilizzata per il collegamenti fra Pescara e Montesilvano con veicoli ecologici, a metano o elettrici. Siamo altresì favorevoli all’istituzione di una navetta estiva che dal parcheggio della stazione e da altri parcheggi convogli le persone nelle strutture balneari ma solo a patto che ciò non sia in alternativa ai parcheggi sulla strada parco oggi assolutamente necessari e dalla cui gestione potrebbero derivare le risorse per finanziare la navetta.

Tutto ciò che porta gente a Pescara va bene perché genera economia per il turismo ed il commercio, ed in tale ottica dobbiamo salvaguardare il turismo balneare che rappresenta una delle voci più importanti dell’economia cittadina”.

Articolo offerto da: