Tra Pescara e Cesena finisce in parità

pescara e cesena all'ingresso sul campoPescara e Cesena all'ingresso sul campo

Termina a reti bianche il match Pescara – Cesena. Partita equilibrata con numerose occasioni create dal Pescara, in modo particolare nel primo tempo, poi nella ripresa, non si registrano da entrambe le formazioni azioni pericolose; un punto prezioso per entrambe le squadre.

Cronaca.

Pescara e Cesena entra subito nel vivo: precisamente all’8’ c’è una doppia occasione per il Pescara, prima con Mancuso che  va al cross, ma viene deviato in corner; successivamente c’è un colpo di testa di Fiamozzi, ma il portiere cesenate risponde con una gran parata.

Il Pescara sempre in avanti al 14’ Capone lancia Pettinari, Scognamiglio è attento in chiusura; ancora Capone al 16’  appoggia per l’accorrente Machin: destro sbagliato sul fondo.

Risponde il Cesena, al 20’ Jallow si allarga e prova il tiro – cross: pallone respinto; un minuto dopo ancora Cesena in avanti con lo stesso Jallow; una sua conclusione termina in corner.

Sette minuti dopo ci prova Brugman che si inserisce e prova la conclusione, ma il difensore cesenate lo contrasta; al 29’ ancora il Pescara in avanti: Mancuso prova a servire Pettinari invece di tirare: deviazione in corner.

Il primo tempo termina sul risultato di parità con il Pescara, che ha cercato in più occasioni di sbloccare il risultato.

Nella ripresa il Pescara è sempre alla ricerca della rete del vantaggio, e ci prova al 56’  Valzania che prova la conclusione, Perrotta devia e il pallone esce di poco; ancora Pescara al 57’ pallone basso per Pettinari che non arriva in spaccata. Ci prova la squadra romagnola: al 64’  Laribi prova subito a servire lo stesso Jallow ma Gravillon chiude bene. Al 70’ si fa vedere di nuovo il Pescara, destro potente di Machin deviato in angolo.

91’ commenti finali:

Al termine della partita contro il Cesena, il primo a presentarsi in conferenza stampa è stato il tecnico dei romagnoli Fabrizio Castori, che ha commentato così la partita:  “Era importante continuare la striscia positiva. A Frosinone avevamo fatto una grande gara, sono contento per oggi. Preferisco non parlare dell’arbitro, c’è da dire che abbiamo avuto solo un rigore a favore. Ma, ripeto, non ne voglio parlare. La gara è stata equilibrata. Visti i risultati di oggi va bene perché manteniamo il distacco dalle altre squadre. Abbiamo cambiato gli esterni alti, per far rifiatare un po’ gli altri. Era voluto il cambio di alcuni giocatori per non rischiare. Non voglio fare conti perché siamo tanti a doverci salvare. Questo è un Pescara rimesso a posto da Pillon. Il Pescara di Zeman era molto offensivo, noi che siamo zemaniani cerchiamo sempre la porta avversaria. Pillon è stato bravissimo a rimetterla a posto e hanno anche un briciolo di attenzione in più in difesa”.

Il tecnico del Pescara, Pillon ha commentato così l’incontro con il Cesena: “È chiaro che è sempre meglio vincere ma anche la continuità dei risultati aiuta. Volevamo vincerla a tutti i costi. Ci vuole una mentalità vincente. Ho sempre detto che dobbiamo lottare fino all’ultima partita. Cercheremo a Novara di fare risultato perché ci garantirebbe di stare tranquilli. Credo che a 48 punti potremmo stare tranquilli. Adesso stiamo un po’ meglio. Mi aspettavo proprio questa partita dal Cesena. Concedono pochissimo, ma noi nel primo tempo siamo riusciti ad entrare in area. Poi loro sul finire di partita si sono chiusi ancora di più e non ci siamo più riusciti. Per quello che ho visto io in queste settimane, questa squadra ha dei valori importanti. Io posso solo parlare bene dei miei ragazzi con grandi margini di miglioramento. Questa è una squadra che gioca benissimo al calcio. I risultati di questa squadra possono arrivare solo attraverso il gioco, se non lo facciamo non vinceremo mai”.

 Pescara ( 4-3-3)  Fiorillo, Fiamozzi, ( dal 88’st Coda)  Gravillon, Perrotta, Crescenzi, Machin, Brugman, Valzania, Mancuso, ( dal 78’st Baez) Pettinari, ( dal 72’st Bunino) Capone. A disposizione: Baiocco, Yamga, Bunino, Coda, Elizalde, Fornasier, Cocco, Mazzotta, Carraro, Cappelluzzo, Coulibaly, Baez. All. Bepi Pillon

Cesena (4-3-3) Fulignati, Donkor, Suagher, Scognamiglio, Fazzi, Fedele, ( dal 61’st Cascione) Schiavone, ( dal 84’st Chiricò)  Emmanuello, Vita, Jallow, Dalmonte ( dal 61’st Laribi) . A disposizione: Agliardi, Perticone, Cascione, Laribi, Eguelfi, Chiricò, Moncini, Esposito, Kupisz, Melgrati, Ndiaye. All. Fabrizio Castori

Arbitro:  Chiffi di Padova

Assistenti:  Cecconi – Chiocchi

IV uomo: Pezzuto di Lecce

Ammoniti: Suagher ( Ce)

Angoli: 7 Pescara 4 Cesena

Recupero: 1’pt, 5’st

 

 

 

 

Articolo offerto da:

Bar Roberto
Archidea