Lunedi 9 aprile il Mediamuseum presenta “Georgette”

Copertina libroCopertina libro

Nell’ambito delle manifestazioni organizzate per gli ottant’anni dalla morte di Gabriele D’Annunzio, lunedì 9 aprile, alle ore 17.30 al Mediamuseum di Pescara, organizzata dalla Fondazione Tiboni per la cultura e dal Centro Nazionale di Studi Dannunziani, con la collaborazione del Comune di Pescara,  del Conservatorio Luisa D’Annunzio e della Scuola di Teatro del Mediamuseum, si svolgerà la presentazione del volume di Gabriella Giansante, Georgette Leblanc-Musa del Simbolismo, pubblicato da Edizioni Scientifiche Italiane.

Insieme all’autrice ne parlerà Gabriel-Aldo Bertozzi, mentre moderatore sarà Andrea Lombardinilo: Georgette Leblanc, musa del Simbolismo, definita 
da Mallarmé «sorgente lirica e tragica» e da Cocteau «mostro sacro», «santa del lirismo», «invisibile, veggente, lenta e più rapida del fulmine» è, in questa documentata monografia, la protagonista intorno 
alla quale ruotano altri “mostri sacri” della letteratura, della musica, del teatro e del cinema d’avanguardia. 
Vi troviamo così Maurice Maeterlinck, con il quale 
la Leblanc visse per venti anni, Claude Debussy, prima della celebrità, un Gabriele d’Annunzio, sorpreso
 nel suo intimo e sorprendente nei dialoghi, fino 
al primo lungometraggio d’avanguardia, L’Inhumaine(titolo italiano: Futurismo – Un dramma passionale nell’anno 1950), in capitoli volti ad allargare i confini delle indagini finora svolte.

Nel corso della serata ci saranno alcuni brevi intermezzi musicali eseguiti all’ arpa da Silvia De Luca, allieva del Conservatorio Luisa D’Annunzio. Introdurrà l’evento Dante Marianacci, presidente del Centro Nazionale di Studi Dannunziani.

 

Articolo offerto da:

Bar Roberto