Parte il nuovo bando per la raccolta dei rifiuti a Spoltore

RifiutiRifiuti

Parte il nuovo bando per la raccolta dei rifiuti a Spoltore. L’incarico a Ecologica srl, che attualmente si occupa dei servizi di igiene urbana, è scaduto il 29 giugno e l’azienda continua ad occuparsi del servizio in proroga. Sul sito della Provincia di Pescara è stato pubblicato, nella sezione Stazione Unica Appaltante, il bando per la gestione dei Servizi di Igiene Urbana del Comune di Spoltore nel periodo 2018/2022.

Il Comune individuerà i componenti la commissione giudicatrice. Anche attraverso l’Home page del Comune di Spoltore è possibile raggiungere la sezione Gare della Provincia.

Il periodo di proroga ad Ecologica è stata una scelta obbligata per l’amministrazione, a causa dell’evoluzione della normativa regionale: è  prevista infatti una gestione integrata dei rifiuti urbani con l’individuazione di un ambito territoriale ottimale unico (ATO) per la Regione Abruzzo. L’ATO Abruzzo sarà gestito dall’Autorità per la gestione integrata dei rifiuti urbani (AGIR), rappresentativo di tutti i comuni dell’ATO, con funzioni di programmazione, organizzazione e controllo del servizio.

L’entrata in funzione effettiva dell’AGIR, che bloccherebbe dopo sei mesi la possibilità di nuove procedure di gara, non è ancora stata stabilita: per questo motivo, l’ente ha chiesto a Ecologica di continuare l’incarico in regime di temporanea “prorogatio”: il contratto stipulato nel 2012 dalla precedente amministrazione prevede un “termine
massimo di sei mesi, senza poter pretendere, in aggiunta al canone vigente al termine del contratto, indennizzo alcuno per l’uso, la manutenzione o la sostituzione dei mezzi strumentali in dotazione”.

“Seguendo le indicazioni degli enti sovraordinati” spiega l’assessore all’igiene urbana Rino Di Girolamo “procediamo alla nuova gara. Una volta individuata la ditta che lavorerà con noi, valuteremo l’opportunità di avviare una serie di innovazioni nella raccolta dei rifiuti, in particolare il sistema pay-as you throw, ovvero far pagare ai cittadini una tariffa sulla base dei rifiuti prodotti”.

Negli ultimi anni la quota di raccolta differenziata è passata dal 32% ad oltre il 70%. Da molti anni a Spoltore la raccolta stradale non è più attiva per nessun nucleo familiare.

Il periodo di proroga ad Ecologica è stata una scelta obbligata per l’amministrazione, a causa dell’evoluzione della normativa regionale: è  prevista infatti una gestione integrata dei rifiuti urbani con l’individuazione di un ambito territoriale ottimale unico (ATO) per la Regione Abruzzo. L’ATO Abruzzo sarà gestito dall’Autorità per la gestione integrata dei rifiuti urbani (AGIR), rappresentativo di tutti i comuni dell’ATO, con funzioni di programmazione, organizzazione e controllo del servizio.

L’entrata in funzione effettiva dell’AGIR, che bloccherebbe dopo sei mesi la possibilità di nuove procedure di gara, non è ancora stata stabilita: per questo motivo, l’ente ha chiesto a Ecologica di continuare l’incarico in regime di temporanea “prorogatio”: il contratto stipulato nel 2012 dalla precedente amministrazione prevede un “termine massimo di sei mesi, senza poter pretendere, in aggiunta al canone vigente al termine del contratto, indennizzo alcuno per l’uso, la manutenzione o la sostituzione dei mezzi strumentali in dotazione”.

“Seguendo le indicazioni degli enti sovraordinati” spiega l’assessore all’igiene urbana Rino Di Girolamo “procediamo alla nuova gara. Una volta individuata la ditta che lavorerà con noi, valuteremo l’opportunità di avviare una serie di innovazioni nella raccolta dei rifiuti, in particolare il sistema pay-as you throw, ovvero far pagare ai cittadini una tariffa sulla base dei rifiuti prodotti”.

Negli ultimi anni la quota di raccolta differenziata è passata dal 32% ad oltre il 70%. Da molti anni a Spoltore la raccolta stradale non è più attiva per nessun nucleo familiare.

 

Articolo offerto da:

Bar Roberto