Avanti tutta ai lavori di manutenzione per il Fosso Bardet 2

Il Fosso Bardet 2Il Fosso Bardet 2

Proseguono ormai da giorni i lavori di manutenzione del fosso Bardet 2. Nei giorni scorsi il sindaco Alessandrini, accompagnato dal vicesindaco Blasioli, ed i tecnici comunali Giovanni Caruso e Vincenzo Baldassarre, il presidente dell’Aca Luca Toro, il direttore Di Giovanni e i tecnici dell’ente gestore del ciclo idrico hanno effettuato un sopralluogo sul cantiere che si trova sulla golena sud del porto canale.

“Si tratta di lavori attesi che fanno da corollario alla pulizia del fosso Bardet, già bonificato per un tratto di oltre trecento metri – illustrano il sindaco Marco Alessandrini e il vicesindaco e assessore alla Manutenzione Antonio Blasioli –  Si tratta di un’operazione necessaria ad assicurare il migliore deflusso delle acque bianche e quindi un ulteriore tassello per evitare allagamenti della città che si manifestano quando la portata delle precipitazioni è molto intensa. Le operazioni di pulizia continueranno la prossima settimana se il tempo lo consentirà e la pulizia del Bardet 2, peraltro mai effettuata prima, ci consentirà di affrontare al meglio anche l’ondata di maltempo in arrivo per i prossimi giorni. Finio ad oggi rimossi 70.000 kg di sabbia nei trecento metri già puliti. Sul fronte lotta agli allagamenti il nostro impegno è costante, tanto è stato fatto e altro faremo: grazie agli interventi effettuati sulla riviera di Porta Nuova, ad esempio, per la prima volta il lungomare non si è allagato, così pure come i lavori in corso in via Tirino, che vedono già un tratto che prima si allagava collegato alle pompe di sollevamento, ci stanno consentendo di risolvere il problema anche su quella zona”.

“Quello della manutenzione è un fronte che ci interessa e ci impegna prioritariamente – dichiara il presidente Aca Luca Toro – siamo al lavoro già da settimane su vari tratti della condotta: sul Bardet 2 i metri già fatti sono 304, da via Croce a via Marconi, la ditta è la Tivoli Jet e si sta proseguendo. L’altro tratto già definito è la condotta di via D’Avalos, 200 metri da via Pepe a via Ortiz a cui ha lavorato la ditta Angelo De Cesaris. In entrambi gli interventi abbiamo smaltito quasi 70.000 chili di sabbia. Il lavoro avviato sul fosso Bardet non si era mai fatto, siamo partiti dalle zone che evidenziano più criticità e continueremo lungo tutta la condotta, questo porterà a un migliore deflusso delle acque meteoriche”.

Articolo offerto da: