All’Aurum formazione e seminari sull’utilizzo dei droni in ambito civile

Presentazione dei droni formazione

Domani 23 febbraio si svolgerà a Pescara la quarta edizione di Drone it Better, il ciclo di incontri organizzato da Assorpass per raccontare alle comunità locali ed in particolare alla Pubblica Amministrazione, alle forze dell’ordine e agli ordini professionali, le applicazioni professionali dei piccoli droni e come usarli in sicurezza.

Alla presentazione sono intervenuti il vicesindaco Blasioli, delegato Assorpas per il centro Italia, ing. Antonello Di Matteo e Pietro D’Intino, direttore della scuola di volo.

“E’ un’occasione da non perdere anche perché per la prima volta saranno presenti Enac ed Enav che sono gli enti preposti e che illustreranno le evoluzioni normative e tecnologiche – avverte  Antonello Di Matteo dell’Assorpas – oltre agli interventi dedicati ad illustrare il Regolamento SAPR e le norme di sicurezza, porrà l’enfasi su interessanti applicazioni degli APR tra cui: tecniche di telerilevamento per l’individuazione delle coperture in cemento amianto, ispezione di ponti autostradali attraverso l’uso congiunto di droni e ROV subacquei,  agricoltura di precisione, monitoraggio di cantieri in aree protette.

Sono inoltre previsti interventi di rappresentanti dell’ENAV per illustrare la strategia nazionale per la gestione del traffico aereo generato dagli APR e di ENAC sulle regole di circolazione ed utilizzo dello spazio aereo.ASS ORPAS proporrà due contributi: Assicurazione per le attività professionali e uso degli APR nell’ambito della Pubblica Amministrazione. Due gli aspetti per gli enti pubblici: uno per incoraggiare l’utilizzo, l’altro su controllo, su come individuare le attività non in regola e una sezione a parte relativa ai piloti.

“La formazione è fondamentale perché il drone sembra un giocattolone, ma è invece un apparecchio professionale, un aeromobile e non si può usare ovunque e in modo scontato – aggiunge Pietro D’Intino – Le infrazioni comportano sanzioni penali gravissime, con multe e anche l’arresto, questo perché lo spazio aereo è normato, prevede delle regole  da rispettare, tenendo anche presente che a Pescara c’è un aeroporto internazionale e lo spazio aereo vede anche il passaggio di elicotteri della polizia e altre forze dell’ordine e controllo del territorio. Insomma per volare è necessario adempiere a procedure speciali e non osservarle comporta dei rischi. Corso base prevede 5 ore di volo e 16 di teoria. Anche le pubbliche amministrazioni devono entrare nell’idea che si può usareil drone, le applicazioni sono varie e tutte utilissime, ma con delle precise regole”.

La manifestazione sarà articolata in un convegno mattutino associato a due workshop pomeridiani. DiB Pescara ha già ricevuto numerosi patrocini. Oltre a quello di ENAC, quelli di Comune di Pescara, Regione Abruzzo, Provincia di Pescara, Federvarie, dell’Ordine dei Giornalisti d’Abruzzo, dell’Ordine degli Ingegneri di Pescara, del Collegio dei Geometri di Pescara e della Federazione degli Ordini degli Agronomi e dei Forestali d’Abruzzo.

Alcuni degli Ordini/Collegi patrocinanti riconoscono crediti formativi ai partecipanti all’evento. I professionisti interessati sono invitati a contattare le segreterie della propria organizzazione professionale per verificare la corretta procedura da seguire. La partecipazione al convegno e ai workshop è gratuita ma i posti sono limitati per cui gli interessati sono pregati di effettuare la registrazione partendo dal sito della manifestazione.

Per ulteriori informazioni contattare il gruppo di lavoro di Pescara: antonello.dimatteo@assorpas.it, oppure scrivere a: info@assorpas.it.

Articolo offerto da:

Archidea