Un fiume di gente per l’ultimo saluto a Daniele Becci

Il feretro in ChiesaIl feretro in Chiesa

Folla ai funerali di Daniele Becci. Nella Chiesa di Sant’Antonio di Padova a Pescara, si sono svolti nel primo pomeriggio i funerali del presidente della Camera di Commercio Pescara – Chieti, scomparso nella serata di sabato 6 gennaio a causa di un infarto fulminante.

La Chiesa non è riuscita a contenere le migliaia di persone che sono accorse per dare l’ultimo saluto al presidente Becci.

Alle esequie hanno partecipato le più alte cariche istituzionali civili e militari. A rappresentare l’entroterra pescarese oltre ai vari gonfaloni delle città di Pescara, Penne, Scafa, Tocco da Casauria, Loreto Aprutino, Manoppello, Pianella, Montesilvano, Città Sant’Angelo e Cepagatti, era presente anche quello della Provincia di Pescara. Presenti, inoltre, numerosi sindaci dei comuni, in primis fra tutti Marco Alessandrini, sindaco di Pescara e Umberto Di Primio, sindaco di Chieti.

L’improvvisa morte di Becci ha lasciato un vuoto nella Camera di Commercio, nelle città di Pescara e di Chieti, e non solo.

Lo testimonia la profonda stima nutrita nei suoi confronti da entrambe le fazioni politiche accorse a tributare l’ultimo saluto per i funerali di questo pomeriggio, dopo la camera ardente allestita presso la Camera di Commercio di Pescara dove, nella giornata di ieri, si è riversato un fiume di gente per testimoniare la loro vicinanza alla famiglia Becci.

Durante l’omelia, il parroco di Sant’Antonio ha ricordato con parole semplici la figura di Daniele Becci, sottolineando a più riprese la sua generosità: “ La morte di Daniele, – ha detto il parroco – è stato un colpo al cuore per tutti. Daniele, è stato un uomo coraggioso, onesto quello che doveva dire lo diceva.

Il suo più grande desiderio – continua il parroco – era quello di vedere unificate le camere di commercio di Chieti e Pescara; Daniele è presente in ognuno di noi, lui amava le persone era onesto ed andava avanti con onestà.

E’ stato un uomo che ha sempre vissuto nella carità facendo del bene agli altri, ha saputo amare coloro che avevano bisogno. Nella sua carriera – ha proseguito il parroco – Daniele, ha avuto tante promozioni dimostrando di essere una persona valida e perbene”.

Minuto di silenzio è stato osservato durante la seduta del Consiglio comunale di questo pomeriggio al Comune di Pescara per ricordare la figura di Daniele Becci. Il sindaco Alessandrini e il presidente del Consiglio Comunale Pagnanelli: “Perdiamo un uomo difficilmente sostituibile, Pescara saprà fare il suo meglio per ricordare il presidente Daniele Becci”.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

 

Articolo offerto da:

Bar Roberto
Archidea