Il Pescara di scena ad Ascoli

Zeman, tecnico del Pescara, durante la conferenza stampaZeman, tecnico del Pescara, durante la conferenza stampa

Un’attesa per Ascoli – Pescara tesa che si trascina ancora dietro le polemiche avvenute prima e dopo la partita contro il Novara con il presidente Sebastiani che ha risposto al tecnico boemo.

Il Pescara ad Ascoli sarà privo degli infortunati Fornasier e Zampano che non hanno recuperato dai rispettivi infortuni e che vanno ad aggiungersi ad una lunga nota di giocatori non disponibili; ritorna invece Cesare Bovo.

Durante la conferenza stampa il tecnico Zeman analizza la situazione e dichiara: “Non ho né visto né sentito il presidente. Io ho detto quello che ho fatto a fine mercato, ma non ci vedo niente di grave perché se ho deciso di restare vuol dire che ero convinto di poter fare bene. Se sono qua vuol dire che me la sento. Le parole di Sebastiani le interpreto in un solo modo, ma mi tengo tutto per me. Forse è stata fatta un po’ di confusione, quello che è successo è successo. Sono a disposizione e vorrei continuare. Poi nel calcio possono succedere tante cose. Io non devo chiarire nulla, il presidente deve chiarire cosa vuole fare».

Zeman torna anche sulle parole di Brugman nel dopo partita contro il Novara: «Cerco di dire sempre quello che penso. Io dei miei giocatori sono felice, perché ho letto le statistiche di tutto il campionato e vedo che i miei sono tra i migliori, magari spero di vedere tra i migliori anche i difensori centrali. La nostra difesa dovrebbe essere un punto di forza ma non l’ha ancora dimostrato».

Il tecnico boemo fa un piccolo passo indietro : «Col Novara abbiamo fatto bene, nel primo tempo ma anche nel secondo tempo perché non volevano perdere, c’era la mentalità giusta. La squadra mi ha dato soddisfazioni per il comportamento. Nel secondo tempo si è giocato un calcio che non è mio, ma c’è stata determinazione e voglia, cosa che non c’era stata nelle rimonte subite».

Poi, parla della sfida di stasera: «Coda sta bene, si è allenato ed è a disposizione. Abbiamo quattro difensori centrali, magari non tutti al 100%, bisogna vedere come riescono a stare insieme in mezzo al campo. Stendardo non ha problemi fisici, Bovo sì ma ha sempre giocato con qualche problema fisico quest’anno, stringendo i denti. Mazzotta è terzo nella classifica dei terzini sinistri di Serie B, quindi tanto male non ha fatto. Da sinistra abbiamo fatto tanti gol, ma da quel lato da un punto di vista difensivo non hanno dato lo stesso apporto. Spero che ora ripetano quello che hanno fatto col Novara. Mi auguro che la mia squadra sarà più aggressiva dell’Ascoli. Cosmi lo conoscete meglio di me visto che ha allenato qui e ci avete giocato contro una finale playoff. Cerca di guidare la squadra con la grinta, è la sua caratteristica principale e cerca di trasferirla ai suoi».

Per quanto concerne la squadra bianconera non ci sono squalificati, ma conta numerose assenze: D’Urso, Favilli, Mengoni, Mignanelli e Rosseti.

A dirigere l’incontro tra Ascoli – Pescara, gara valida per la 20^ giornata di andata della Serie B ConTe.it in programma stasera al Del Duca sarà Niccolò Baroni; a coadiuvarlo saranno Christian Rossi di La Spezia e Tarcisio Villa di Rimini. Quarto Ufficiale Eugenio Abbattista di Molfetta.

Da segnalare l’elezione, durante l’assemblea ordinaria della Lega B che ha visto, tra i diversi temi all’ordine del giorno, la riorganizzazione della nuova governante di B Futura che vede nel ruolo di presidente Daniele Sebastiani che succede ad Andrea Abodi.

 

Articolo offerto da:

Bar Roberto