Pescara: obiettivo vittoria contro il Novara

Eugenio Corini, tecnico del NovaraEugenio Corini, tecnico del Novara

Pescara – Novara al bivio. Obiettivo da non fallire oggi per il Pescara che nel posticipo della diciannovesima giornata ospiterà in casa il Novara di Corini.

Nella partita di oggi contro la squadra piemontese sarà assente lo squalificato Valzania, oltre ai lungodegenti infortunati Campagnaro, Palazzi, Selasi, Kanoutè; mentre nelle fila del Novara, sarà assente lo squalificato Mantovani.

Nell’infuocata conferenza stampa del pre gara, mister Zeman non le manda a dire e sulla partita contro il Novara dichiara: “È stata una settimana come le altre, non c’era nulla di diverso. Tutte le vigilie sono delicate perché la domenica si gioca. Per quanto riguarda la squadra, Proietti torna a disposizione mentre non ci saranno gli infortunati cronici e Valzania che è squalificato. Il Novara è una squadra tipica di serie B. Hanno grande solidità dietro, ma dobbiamo essere noi a fare la partita. A noi manca solo la concentrazione, perché andiamo tanto in avanti ma concretizziamo pochissimo. Io non ho dato le dimissioni dopo Cesena, le ho date solo il 1° settembre, ma poi la società mi ha convinto. Ero arrivato a marzo con altri progetti, avevo 42 giocatori ed era difficile se non impossibile lavorarci. Avevo fatto una lista dei giocatori che dovevano restare e andare via ma non si è fatto nulla. Abbiamo poi chiarito la situazione e ho pensato solo a lavorare. A gennaio chiederò di sfoltire la rosa e qualche innesto. A questo gruppo manca la fame di vittorie. Qui vorrebbero un allenatore amico ma io invece sono qui per lavorare. Con il Presidente Sebastiani sto benissimo a cena a tavola, ma abbiamo punti di vista diversi sul calcio. La vediamo in maniera completamente diversa”.

Anche mister Corini, nella conferenza stampa del pre partita, ha fatto il punto della situazione:  “Sono molto contento del rientro di Sansone, avrà bisogno di un po’ di tempo per raggiungere la migliore condizione ma siamo felici che abbia svolto un’intera settimana con la squadra, è una freccia importante a nostra disposizione. Difesa? Devo decidere che tipo di soluzione adottare, se schierarci a 3 o a 4″.

E sul tecnico Zeman dice la sua:  “L’attenzione che poniamo sulle squadre è sempre alta, è chiaro che le caratteristiche dell’allenatore avversario ricevono la massima cura da parte nostra, loro attaccano con tanti giocatori e questo può essere un vantaggio per noi, mi aspetto una partita simile a quella di Foggia, la capacità di rimanere sempre nel match può fare la differenza. Dovremo essere bravi a leggere bene la partita e i vari momenti. Chievo-Roma 1-0? Sarebbe bellissimo ripetere il risultato. Ricordo che da ragazzino giocai un Foggia-Brescia contro Zeman, uscii dal campo con il mal di testa”.

A dirigere l’incontro tra Pescara e Novara, sarà Lorenzo Illuzzi di Molfetta. Il fischietto pugliese sarà coadiuvato dai guardalinee Francesco Fiore di Barletta e Giovanni Baccini di Conegliano, quarto ufficiale Fabio Pasciuta di Agrigento.

Articolo offerto da: