Il Pescara pareggia contro la Ternana

Luca Valzania, autore di una doppiettaLuca Valzania, autore di una doppietta

Fuochi d’artificio all’Adriatico: tra Pescara e Ternana termina 3-3. Apre subito le danze il Pescara, con le reti di Valzania e Pettinari.

Nella ripresa accade di tutto: avanti di due reti la squadra biancazzurra prima si fa rimontare con le reti di Montalto e Tremolada e poi, addirittura, gli umbri passano in vantaggio con la rete di Valjent; ma il Pescara trova la giocata vincente ancora una volta di Valzania che regala agli abruzzesi un pareggio insperato.

Le reti

La prima occasione per il Pescara arriva al 10’ con una doppia opportunità: Valzania carica il destro, Plizzari si oppone a mano aperta ma la palla termina sul destro di Mancuso che centra in pieno Plizzari molto reattivo. Due minuti più tardi si fa vedere ancora il Pescara: sempre Plizzari sul pezzo che evita guai sull’uno due Pettinari-Benali.

Al 18′ è la Ternana a rendersi pericolosa con Valjent: riceve palla dopo un rimpallo in area e scarica un esterno destro che si spegna alto sopra la traversa. Ancora un’occasione per la Ternana: al 24’ cross dalla destra arriva Tiscione di testa che trova solo una deviazione in angolo. Al 30’ arriva la rete del Pescara. Carraro effettua un cross per Pettinari che intelligentemente serve Valzania arrivato a rimorchio, tiro preciso con palla che batte sul palo ed entra in rete.

Sei minuti più tardi ancora un’occasione per il Pescara: Pettinari si libera del diretto marcatore ed effettua un cross perfetto, il colpo di testa di Benali è troppo morbido per un Plizzari in formissima. Al termine del primo tempo il Pescara raddoppia esattamente al 46’:  cross dalla destra di Zampano e Pettinari appoggia di testa per il raddoppio.

Nella ripresa la Ternana accorcia le distanze al 48’ palla in profondità per Carretta che mette in mezzo, sul secondo palo sbuca Montalto che deve solo appoggiare in rete tutto solo. Al 52’ il Pescara colpisce una traversa con Brugman. Al 56’ accade di tutto. Perrotta commette un fallo di mani in area prima viene espulso e poi l’arbitro Ros decreta il penalty a favore della Ternana; si incarica del tiro Tremolada che prima si fa parare la prima conclusione, ma sulla respinta insacca e firma la rete del pareggio.

Il Pescara non c’è ed al 75’ la Ternana realizza la terza rete. Difesa del Pescara anestetizzata che concede la torre a Montalto, palla a Valjent che mal controllato da Crescenzi insacca sul primo palo il gol del vantaggio. Nonostante la terza rete della Ternana, all’Adriatico il Pescara nei minuti finali agguanta un pareggio insperato al 92’: gran botta da fuori area di Valzania su passaggio del solito Pettinari al secondo assist di giornata, che realizza la rete del pareggio. La Ternana si dispera, mentre il Pescara porta via un punto prezioso per la classifica.

91’ I commenti del dopo gara

Rammaricato per la vittoria gettata dai suoi ragazzi è il tecnico Zeman, che commenta così la partita: “Nel primo tempo abbiamo fatto bene, oltre ai gol abbiamo creato altre due occasioni. Poi nel secondo tempo, come sempre, diventiamo più passivi e lasciamo iniziativa all’avversario e giustamente se aspettiamo prima o poi ci puniscono. Il jolly di Valzania ci ha salvato almeno un punto. Bisogna mantenere la concentrazione del primo tempo anche quando siamo in vantaggio perché non possiamo pensare solo a mantenerlo. Valzania è un ragazzo che ha volontà e lavora tanto, magari tecnicamente non è un mostro ma è serio e spero ci aiuterà ancora. Spero che la squadra prima o poi si accorgerà che l’atteggiamento è sbagliato. Sono stati tre gol evitabili. Battibecco tra Zampano, Cappelluzzo e Fiorillo? Solo uno screzio, fa parte del calcio, magari gli hanno fatto notare degli errori.

In campo se ne dicono tante, Zampano ogni tanto ha delle amnesie anche se le hanno tutti. Queste pause a volte le paghiamo altre volte le superiamo. Nel primo tempo ha fatto molto bene e ha contenuto bene Tiscione. Avevo pronto Elizalde dopo il rosso a Perrotta, ma ho visto che non c’era bisogno del cambio. Stiamo perdendo dei punti che non dovevamo perdere, c’è tempo per imparare su questi errori e vorrei che la squadra capisca cosa va fatto e cosa non va fatto. Spesso corriamo a vuoto, non ci chiediamo dove e perché corriamo. Fisicamente siamo messi meglio degli altri. Proietti? Mi aspettavo che i tempi fossero più corti, non è ancora pronto”.

Al termine della partita il tecnico in seconda Emilio Coraggio della Ternana, con grande rammarico commenta così la gara: “Rimane sempre una grande amarezza perché per la seconda volta siamo stati raggiunti a tempo scaduto. Sicuramente dobbiamo lavorare su questi limiti. E’ stata una partita in rimonta, secondo tempo eccezionale e poi vanificato tutto da un episodio dove ci abbiamo messo del nostro. Dobbiamo limare gli errori perché in B non perdonano. Mancava un minuto e mezzo, dovevamo buttarla via. Sono errori che poi si pagano a caro prezzo”.

Pescara ( 4-3-3) Fiorillo, Crescenzi, (dal 38’st Mazzotta) Fornasier, Perrotta, Zampano, Valzania, Carraro, Brugman, Mancuso,( dal 7’st Capone ) Pettinari, Benalì. A disp: Pigliacelli, Stendardo, Kanoutè, Elizalde, Latte Lath, Mazzotta, Capone, Cappelluzzo, Del Sole. All. Zeman

Ternana ( 3-5-1-1) Plizzari, Valjent, Gasparetto, Signorini, Tiscione, ( dal 70’st Finotto) Varone, Paolucci, Defendi,( dal 12’pt Favalli) Carretta, Tremolada, ( dal 79’st Vitiello) Montalto. A disp: Bleve, Vitiello, Favalli, Angiulli, Candellone, Finotto, Marino, Zanon, Bombagi, Bordin, Capitani, Franchini. All. Coraggio

Arbitro: Ros

Assistenti: Margani – Valerio

IV Ufficiale: De Tullio

Reti: 29’ pt Valzania ; 46’pt Pettinari, 48’st Montalto, 56’st Tremolada; 75’st Valjent; 47’st Valzania

Ammoniti: Valzania, Pettinari ( P) Signorini, Gasparetto ( T) Tremolada ( T), Carraro ( P) Tiscione ( T)

Espulsi: 56’st Perrotta; 76’st Signorini

Angoli: 7 Pescara 6 Ternana

Recupero: 2’pt, 4’st

 

 

Articolo offerto da:

Archidea