Prevenire è meglio a Spoltore

preveniremeglioPrevenire è meglio

Parte il 2 dicembre la quarta edizione di Prevenire è meglio, una serie di appuntamenti dedicati alla salute organizzati dalla Fondazione Il volo del Gabbiano, con la compartecipazione del Comune di Spoltore, il patrocinio dell’università Chieti-Pescara e della Società Italiana di Geriatria e Gerontologia.

Alle 16.30, nella sala consiliare, la presentazione dell’iniziativa con il presidente della Fondazione Guido Di Nicolantonio, il sindaco Luciano Di Lorito e l’assessore alla salute pubblica Stefano Sebastiani. “Grazie ad una fattiva sinergia tra professionisti locali e figure di riferimento dei sistema sanitario nazionale” spiega Di Nicolantonio “mettiamo a disposizione della popolazione una serie di visite specialistiche in grado di intercettare patologie di alto impatto sociale. L’obiettivo è duplice: da una parte si vuole far maturare una percezione cosciente dell’importanza della prevenzione quale strumento di sostegno della salute personale e dell’amministrazione pubblica sanitaria, dall’altra si vuole migliorare la qualità della vita abbattendo la gravità delle patologie con una diagnosi precoce”.

“L’ invecchiamento della popolazione” aggiunge il sindaco Di Lorito “rende sempre più importante la prevenzione: oltre una certa soglia d’età, le malattie tumorali colpiscono una persona su due. Il perfezionamento dell’assistenza sanitaria nella cura delle malattie in fase acuta, poi, rischia di avere come contropartita l’aumento delle patologie croniche, molto più difficili da diagnosticare e curare. Solo l’attività di prevenzione può essere efficace per rispondere alla nuova domanda di salute che, sempre di più, è destinata a caratterizzare la nostra società. Invito tutti i cittadini a partecipare e a passare parola con familiari e amici”. Anche l’assessore Sebastiani ringrazia la Fondazione per l’iniziativa: “Tutti a Spoltore mi conoscono, prima che per il mio impegno politico, per la mia professione: dopo tanti anni in farmacia, incontrando ogni giorno persone preoccupate della loro salute, ho imparato che troppo spesso il consumo di medicinali diventa un “palliativo”, magari quando è già tardi, per alleviare i sintomi di patologie che, con una tempestiva attività di controllo, si sarebbero potute evitare o, perlomeno, rimandare ad un’età più avanzata”.

Si comincia sabato 2 dicembre, dopo la presentazione dell’iniziativa, con il convegno “Mens sana in corpore sano. Il ruolo dell’alimentazione nella prevenzione della malattia di Alzheimer e dell’aneurisma dell’aorta addominale” a cura di Michele Zito e Franco Michelino Fiore, rispettivamente responsabile del Centro UVA e direttore di chirurgia vascolare all’Ospedale di Chieti. Tutti gli altri appuntamenti sono previsti dalle ore 9 alle 13 e il pomeriggio dalle ore 15 alle 19. Il 3 dicembre tocca allo screening di patologie tiroidee attraverso anamnesi ed ecografia della tiroide: le prestazioni saranno eseguite in collaborazione con lo studio medico di Ivo De Iuliis. Sono esclusi i pazienti con patologie tiroidee già note e sottoposte a periodici controlli specialistici (lo screening è in ogni caso garantito per un massimo di 60 pazienti). Domenica 10 dicembre il momento dedicato alla malattia di Alzheimer e alle altre demenze. Saranno effettuate procedure di testistica di primo livello per deficit mnesici, in collaborazione con il centro UVA dell’ospedale di Chieti. Il 17 dicembre si chiude con lo screening di aneurisma dell’aorta addominale, attraverso studio ecografico, sempre grazie alla collaborazione con un’equipe specializzata dal presidio ospedaliero di Chieti. Si effettueranno massimo 35 screening: i controlli sono rivolti a persone con età minima di 60 anni, e sono raccomandati in presenza di fattori di rischio cardio-vascolare e familiarità genetica. Per eseguire i controlli e necessaria la prenotazione: si può contattare martedì e giovedì pomeriggio (dalle ore 15 alle 18) il numero 085.4964289.

Articolo offerto da:

Bar Roberto