Omaggio a Pasolini, sabato 25 al Vittoria Colonna

La presentazione dell'eventoLa presentazione dell'evento

Domani, sabato 25 novembre dalle 17,30, al museo Vittoria Colonna di Pescara, è in programma “Io So, omaggio a Pier Paolo Pasolini”, un evento che mette insieme arte, musica e poesia per ricordare uno dei più grandi nomi della letteratura e cinema del Novecento, oltre che il viaggiatore che rimase colpito dalla riviera di Pescara.

L’evento, patrocinato dal Comune di Pescara, assessorato alla Cultura, è a cura dell’associazione Musica Play e sotto l’egida della Regione Abruzzo. L’evento è stato presentato dall’assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo, il consigliere Piero Giampietro, promotore di una mozione approvata in Consiglio nel 2015 in occasione dei 40 anni dalla morte di Pasolini per ricordarlo, e Marisa Lelii, artista.

“E’ un evento che nasce da più collaborazioni – illustra il consigliere Piero Giampietro – e dalla disponibilità dell’associazione Music Play che ha sentito la nostra stessa esigenza di ricordare chi nel ‘59 rimase talmente colpito dalla nostra Riviera parlandone come uno dei punti più belli del viaggio che fece lungo il litorale italiano, descritto nel reportage “La lunga strada di sabbia”. Questa manifestazione nasce in sinergia con l’assessorato alla Cultura che ha raccolto l’eco dell’ordine del giorno di cui mi sono fatto promotore per ricordare Pasolini vicino alla riviera che lo aveva così incantato, trascrivendo in maniera permanente un estratto di quel reportage, dal titolo “Pescara è splendida”. Il Museo Colonna è lo spazio scelto per l’evento che vedrà la presenza della direttrice del Centro Studi Pasolini di Casarsa e per Pescara è un’occasione importante per ricordare una delle figure più importanti del Novecento italiano, che ha descritto la città come un luogo splendido: un artista contemporaneo, incredibilmente moderno, che ha raccontato Pescara attraverso il suo sguardo”.

“Ad una città può dare un grandissimo valore aggiunto anche il pensiero di chi l’ha attraversata e se l’è portata dentro – aggiunge l’assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo – e ce l’ha restituita facendo un’analisi, una riflessione, solare e profonda. Bellissimo quando tutto questo ci arriva da un giornalista, regista, poeta che è stato una voce importante del suo secolo, appassionato della politica in modo critico, lucido e intelligente. Creeremo qualcosa in suo nome vicino al Museo Colonna a un passo dalla stazione e a mezzo passo dal mare che lo ha colpito”.

“Abbiamo messo insieme varie forme espressive aperte da una mostra ispirata agli scritti di Pasolini, c’è la musica e la direttrice del centro studi Pasolini di Casarsa – dice l’artista Marisa Lelii, autrice dei dipinti “pasoliniani” – Pescara è stata importante nel libro “La lunga strada di sabbia” pubblicato da Contrasto che parte da Genova e finisce a Trieste, Pasolini l’ha definita splendida. Noi portiamo avanti la sua memoria da cinque edizioni, una delle quali svolta anche in Germania e continueremo a farlo per raccontare Pasolini e farne conoscere la poliedricità”.

“Arte e ricordo, tutto questo accompagnerà l’evento – conclude Simona Iachini, vice presidente dell’associazione Music Play e mezzo soprano – ho curato la ricerca musicale di questo evento e l’esecuzione dei brani scelti sono ispirati alle colonne sonore di film di Pasolini perché abbiamo fatto una ricerca anche musicale. Saranno eseguiti pezzi sia di musica lirica che di musica leggera, stili che ebbero entrambi un grande ascendente sul poeta, il regista e lo scrittore”.

Articolo offerto da: