Violenza contro le donne, Hanna in scena

Violenza contro le donneHanna per la violenza contro le donne

In occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, Anna Rosini, conosciuta ormai come Hanna, l’ambasciatrice della canzone italiana nel mondo, ha organizzato oggi, sabato 25 novembre, degli spettacoli per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla necessità di agire per porre fine alla violenza contro tutte le donne.

Si terranno due spettacoli presso il conservatorio Luisa D’Annunzio di Pescara, il primo alle ore 11 e sarà riservato agli istituti scolastici, il secondo alle ore 18 e sarà aperto al pubblico.

Si affronterà il tema divenuto ormai molto importante e  che sta rappresentando una piaga dolente per il nostro paese. Una donna su tre ha subito violenza psicologica, fisica, sessuale nel corso della loro vita.Una pandemia di proporzioni mondiali. A differenza delle malattie, però, gli autori che compiono tale violenza possono scegliere di smettere.L’unico rimedio è la prevenzione.

Su questo tema Hanna ha scritto Io ti amavo…tu mi hai ucciso, un testo teatrale che sarà portato in scena con la regia di Bruno Tarallo ed una delle attrici sarà proprio lei, HANNA. Tanti gli amici /artisti che Hanna ha voluto con se per rendere omaggio alle donne-vittime e gridare il loro No alla violenza!

Ci saranno il maestro Andrea Pelusi, compositore e polistrumentista abruzzese, la coreografa Antonella Del Giudice,con le sue allieve del Centro Fantasie Dance Academy che ha preparato delle coreografie in linea con il tema.Come detto precedentemente il regista Bruno Tarallo, che nei suoi film tratta spesso temi legati ai problemi sociali.

Interverrà anche il dottor Francesco Longobardi, presidente dell’associazione Cuore Nazionale Abruzzo che, con l’associazione Medea centro antiviolenza, sta aprendo degli sportelli di ascolto in Abruzzo per contrastare il fenomeno e contribuire a rompere il muro di omertà che accompagna la violenza. Presenti in platea personaggi istituzionali di Pescara e delle Forze dell’Ordine.

Una poesia di Bruno Esposito si conclude così:

Sono forti e coraggiose,le donne,quando sopportano violenze di ogni tipo, per salvaguardare quello che resta di famiglie,che non son più tali.Sono la speranza del mondo, le donne, in qualsiasi circostanza continuano a far nascere uomini,che poi le tradiranno…

Articolo offerto da:

Bar Roberto