Il Pescara prepara l’assalto all’Avellino

Zeman, tecnico del PescaraZeman, tecnico del Pescara

Dopo l’ottima prova offerta a Parma, il Pescara è a caccia di conferme: in riva all’Adriatico arriva domani l’Avellino di mister Novellino.

Nella partita di domani del Pescara contro gli irpini saranno indisponibili: Campagnaro, Selasi e Proietti.  Recuperato Bovo. Dubbio in difesa: Bovo, Perrotta e Coda si contendono una maglia. Capone favorito su Benalì.

Nella consueta conferenza stampa, mister Zeman analizza la partita di domani contro l’Avellino dedicando il primo pensiero al medico del Pescara Ernesto Sabatini, colpito ieri da un infarto: “Ci dispiace, spero ne esca bene e continui. L’ha preso in tempo, lui in quanto medico ha capito cosa gli stava accadendo”.  Poi comincia a parlare della squadra: “Stanno rientrando tutti col tempo, piano piano. Coulibaly non ci sarà. Sceglierò gli undici che credo possano fare meglio, non m’importa se si vince o si perde, le mie scelte sono mosse da altre motivazioni. Se dovessi fare delle scelte in base all’amichevole di mercoledì non dovrei far giocare nessuno. In porta ho due portieri bravi, Pigliacelli è rimasto in panchina perché non mi è piaciuto il suo modo di impostare l’azione e spero che restando a riposo possa capire i miei richiami.

L’Avellino è una squadra difficile, se vincevano contro la Salernitana sarebbero stati primi. È una squadra che gioca più sull’agonismo e sulla lotta, cercando di sfruttare i due attaccanti molto forti sotto porta. I numeri sono quelli di una squadra zemaniana ma non giocano come noi. Brugman da mezzo sinistro può sfruttare molto meglio le sue qualità, spero continui così. Ganz per me è l’attaccante ideale per il mio gioco, deve ancora essere funzionale alla manovra della squadra. Vediamo come ne usciremo domani e valuteremo in funzione di mercoledì. A volte un allenamento è più faticoso di una partita. Bovo ha qualche problemino. Ganz e Pettinari insieme? Per me no. Pettinari si è mosso sull’esterno a Parma perché dovrebbe muoversi e non restare sempre in mezzo ai due difensori centrali”.

Nella formazione irpina mancheranno gli squalificati Migliorini e Lezzerini, mentre Gavazzi è infortunato. Da valutare le condizioni di Morosini che potrebbe partire dalla panchina.

Anche il tecnico dell’Avellino, Walter Novellino, nel corso della conferenza stampa del pre-partita ha dichiarato: “ Nel derby, siamo stati bocciati, ma c’è sempre un esame di riparazione”.

Le critiche feroci non gli sono andate giù:“Non mi sento affatto colpevole, è una parola grossa – ha confessato il tecnico bianco verde – io sono abituato a dare il massimo sul campo. Anche noi stiamo male per quello che è successo contro la Salernitana. Ho fatto e farò sempre l’interesse dell’Avellino, ho letto di disastro tattico ma ho le spalle larghe, accetto tutto. Fortunatamente c’è sempre un’occasione di riscatto. Abbiamo la possibilità di reagire”.

Le cause del tracollo a mente fredda: “Non parlerei di calo fisico, piuttosto il gol del 2-1 ci ha condizionati. Lì è subentrata la paura. La responsabilità è mia – ha ribadito – i ragazzi devono soltanto pensare che, come dicono a Napoli, la nottata è passata e che domani a Pescara dovranno dimenticare tutto”.

“Una combine? Non scherziamo – ha affermato seccato Walter Novellino che ha sottolineato – Sono cose brutte, noi invece siamo gente perbene come tutte le persone della città di Avellino. Chi ha detto ciò è in malafede”. L’incontro tra Pescara e Avellino sarà diretto da Chiffi di Padova con gli assistenti Caliari e Pagliardini e Cudini quarto uomo.

 

 

 

 

 

Articolo offerto da: