“Nonno Ascoltami!” torna nelle piazze d’Abruzzo. Si parte da Pescara

“Nonno Ascoltami!”. Un momento della conferenza stampa di presentazione“Nonno Ascoltami!”. Un momento della conferenza stampa di presentazione

Presentate le nove tappe abruzzesi dell’ottava edizione di “Nonno Ascoltami!”, la campagna nazionale per la prevenzione contro i disturbi dell’udito, patrocinata dalla Presidenza del Consiglio, dal Ministero della Salute e organizzata con il supporto dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità).

“Nonno Ascoltami!” parte domani (domenica 1° ottobre), dalle 10 alle 20, nelle tre piazze di Pescara (piazza Salotto), Chieti (Villa comunale) e Sulmona (piazza XX Settembre), per proseguire con Avezzano (8 ottobre), Vasto (15 ottobre), Giulianova e Penne (21 ottobre), Lanciano e Teramo (28 ottobre).

L’iniziativa, dedicata alla prevenzione e alla sensibilizzazione nei confronti dei disturbi uditivi, è partita proprio da Pescara otto anni fa ed è ormai diventata un evento di richiamo nazionale. La carovana di “Nonno Ascoltami!”, infatti, quest’anno coinvolge 36 piazze e 15 regioni con un bacino di utenza di circa 10 milioni di cittadini in tutta Italia, offrendo l’opportunità di effettuare controlli gratuiti dell’udito nelle tende messe a disposizione da Croce Rossa e Misericordia.

«La mancanza di udito è, a volte, fonte di vergogna e di disagio – ha commentato Marinella Sclocco, assessore ai Servizi sociali della Regione Abruzzo, intervenuta questa mattina alla presentazione della tappa pescarese – Grazie a “Nonno Ascoltami!”, infatti, insieme ai medici, ai Comuni e alle associazioni siamo riusciti a trovare una soluzione che rappresenta un fiore all’occhiello per la nostra regione: un sistema di sussidiarietà circolare che funziona perchè riesce a far sì che la prevenzione e, quando servono, la diagnosi e la cura possano essere davvero alla portata di tutti».

“Nonno Ascoltami!” porta in piazza medici e tecnici specialisti dell’udito. Per un’intera giornata saranno a disposizione dei cittadini che vogliano effettuare un controllo dell’udito grazie all’impegno di diversi partner nazionali e locali. In Abruzzo l’evento è promosso grazie al sostegno di Istituto Acustico Maico.

«Pescara è oggi la capitale italiana dell’udito – hanno commentato Mauro Menzietti, ideatore dell’iniziativa e Valentina Faricelli, presidente – Da qui infatti siamo partiti otto anni fa con “Nonno Ascoltami!”. Oggi è una realtà ospitata e festeggiata in tutta Italia, un vero e proprio evento sociale che, prendendo spunto dalla Festa dei Nonni, richiama in piazza tutta la famiglia per sensibilizzare i cittadini sulle tematiche dell’udito».

«“Nonno ascoltami!” va incontro alle difficoltà delle persone con carenze uditive e le aiuta a riconoscere il problema, mettendo a disposizione professionisti di primissimo livello che scendono in piazza per migliorare la qualità di vita dei cittadini – è stato il commento di Antonella Allegrino, assessore ai Servizi sociali del Comune di Pescara.

Fondamentale il sostegno da parte dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) di cui “Nonno Ascoltami!” è ambasciatore per l’Italia.

«La prevenzione è fondamentale quando si parla di udito – ha spiegato Claudio Donadio Caporale, direttore Orl Ospedale Santo Spirito di Pescara – Per questo occorre sensibilizzare soprattutto i ragazzi che oggi fanno un uso smodato di cuffiette e auricolari. Occorre far capire loro che l’udito va protetto fin dall’adolescenza perché non diventino i sordi di domani».

Novità dell’edizione 2017 è il Truck Roadshow “Ascolta Responsabilmente”, un bilico di 15 metri dedicato al viaggio multimediale nel mondo dell’udito e a bordo del quale è avvenuta la conferenza stampa di Pescara. Nel Truck, organizzato in partnership con Signia, brand di Sivantos Group, gli ospiti di tutte le età potranno divertirsi con giochi e percorsi interattivi ed educativi dedicati alla conoscenza dell’orecchio e del suo funzionamento.

«Le aziende hanno la responsabilità sociale di portare avanti il messaggio di prevenzione – è intervenuta Barbara Zancan, Signia – e il Truck rappresenta il modo migliore per attirare e interessare i ragazzi nei confronti di un problema serio, come quello della tutela del proprio udito. Un giovane, infatti, che parla di sordità, potrà aiutare anche un genitore o un nonno ad affrontare il problema senza più timore o imbarazzo».

“Nonno Ascoltami!” si avvale del prezioso sostegno di un Comitato scientifico nazionale, formato da più di trenta medici tra i maggiori esperti del settore audiologico italiano. L’evento infatti gode del supporto scientifico di tutti i presidi ospedalieri delle città che aderiscono all’iniziativa.

Prendendo spunto dalla festa dei nonni, la manifestazione porterà in piazza tutta la famiglia, per una giornata di giochi, sport e divertimento per grandi e piccini. Tra le iniziative collaterali il “Muro del nonno”, esposizione di elaborati artistici sul tema rapporto nonno-nipote.

L’ipoacusia colpisce circa 360 milioni di persone nel mondo, oltre 7 milioni solo in Italia. Ogni giorno nel nostro Paese 30 persone scoprono di avere un disturbo uditivo, un problema che coinvolge due persone su tre oltre i 65 anni. Di questi, il 75% non porta una protesi acustica e in genere impiega tra i 5 e i 7 anni prima di accettare il problema e rivolgersi ad uno specialista.

Articolo offerto da:

Archidea