Il Pescara a Cremona per la svolta

Zeman, tecnico del Pescara, durante la conferenza stampaZeman, tecnico del Pescara, durante la conferenza stampa

Pescara a Cremona per la svolta: dopo tre pareggi consecutivi e con una sola vittoria nel bottino, i biancoazzurri guidati da mister Zeman sono attesi domani pomeriggio da una trasferta difficile.

Nonostante le numerose assenze (Campagnaro, Selasi, Perrotta, Mancuso, Proietti, Palazzi e Latte Lath), la formazione del Pescara è chiamata a dare una sterzata a questo inizio di campionato.

Durante la conferenza stampa del pre partita mister Zeman ha parlato del momento delicato della sua squadra e delle aspettative per la partita di domani: «È più facile correggere due errori che tutta la partita. La squadra ha giocato una gara sufficiente ma ha fatto due valutazioni sbagliate sui gol dell’Entella. Noi non abbiamo subìto nulla nemmeno dopo i gol, il nostro portiere non ha fatto nessuna parata. I singoli devono acquisire la concentrazione giusta per giocare ogni palla con lo stesso impegno. Non ho bisogno di fare cambi, tranne chi è fuori per motivi fisici. Brugman per voi è stato il migliore da regista, ma lo è stato anche da mezzala. Giocherà, vedremo dove. Lui ha giocato 115 palloni, ma 100 erano inutili, almeno in quella posizione. Gli chiedo più verticalizzazione e di cercare gli attaccanti. Bisogna rischiare il passaggio, se giochi con i difensori o i terzini serve a poco. Se gioca diversamente può fare il regista. Se noi siamo attivi in avanti mi sta anche bene subire contropiedi, se siamo passivi invece no. Quando gli avversari hanno palla e ci saltano, non dobbiamo fermarci ma continuare sulla fase difensiva. Zampano ha un problemino al piede, Crescenzi sembrava più pronto. Zampano è il giocatore più preparato per il mio calcio ma anche il più imprevedibile. Ogni tanto perde la ragione, ma ha qualità molto importanti. Pettinari può avere un calo, non si possono fare triplette in ogni partita. Poi però dipende anche da come giocano i compagni e da come viene cercato. Del Sole a volte vuole strafare e non cerca le cose semplici ma ha grande qualità tecniche e deve imparare a giocare con la squadra. Carraro è un regista nato, non può fare la mezzala, fisicamente è superiore a Brugman, ma giocando in Primavera dove si giocava sotto ritmo deve abituarsi all’intensità della Serie B. La Cremonese è una buona squadra con giocatori esperti provenienti dalla Serie C che giocano un calcio semplice ed equilibrato.»

Anche il tecnico della Cremonese, Attilio Tesser, ha parlato in conferenza stampa prima della gara contro il Pescara: “Paulinho è recuperato, non avremo Claiton e Croce. Spero di avere Mokulu che è acciaccato. Zeman è un maestro di calcio. Cercheremo di arginarli perché fermarli è impossibile. Capone e Del Sole sono talenti del calcio italiano, Brugman è di livello superiore: il Pescara ha grande qualità. Noi adotteremo delle contromisure ma vogliamo essere propositivi. Siamo una squadra ferita da Bari che vuole riscattarsi”.

L’incontro tra Cremonese e Pescara sarà diretto da Fourneau di Roma: il  fischietto capitolino sarà coadiuvato dai guardalinee Dario Cecconi di Empoli e Manuel Robilotta di Sala Consilina. Quarto ufficiale, Alessandro Prontera di Bologna.

Articolo offerto da: