Pescara, controlli intensificati sul territorio: denunce tra Rancitelli e Zanni

Da agosto a Pescara sono stati intensificati i servizi di controllo nei quartieri a rischioDa agosto a Pescara sono stati intensificati i servizi di controllo nei quartieri a rischio

Da agosto a Pescara sono stati intensificati i servizi di controllo dell’Arma dei Carabinieri nei quartieri a rischio.

I numeri su territorio di Pescara: controllate 273 persone a bordo di 161 mezzi, elevate 18 contravvenzioni al codice della strada, sequestrati 8 veicoli in gran parte poiché sprovvisti di assicurazione, effettuate 11 perquisizioni e 5 persone denunciate.

In particolare un giovane pregiudicato di Rancitelli è stato denunciato dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile per il reato di riciclaggio; sottoposto a controllo è stato trovato a bordo di uno scooter che, a seguito di indagini, si è scoperto essere oggetto di furto. Il ragazzo aveva opportunamente modificato ed alterato diverse parti esterne e meccaniche al fine di rendere difficoltoso l’accertamento sulla provenienza e, come scoperto successivamente, poterlo vendere a qualche ignaro e poco accorto acquirente tramite un’inserzione sul sito subito.it.

Nella serata del 20 settembre, sempre i militari del Nucleo Operativo, hanno denunciato un 19enne moldavo residente a Zanni per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio; il ragazzo è stato sorpreso dalla pattuglia a cedere dosi di marijuana ad un coetaneo e, a seguito di perquisizione, è stato trovato in possesso di altre cinque dosi per un totale complessivo di 20 grammi.

Nonostante tutti gli indicatori dicano come il livello generale di delittuosità sia in calo, capita a volte che i cittadini percepiscono comunque un minor senso di sicurezza: è per invertire questo trend che sono stati e saranno eseguiti da parte dell’Arma servizi di questa tipo al fine di far sentire alla collettività una costante e rassicurante presenza quotidiana.

 

Articolo offerto da: