Pescara, arriva la Virtus Entella

Pescara calcio. Mister ZemanPescara calcio. Mister Zeman

Arriva la Virtus Entella. Dopo il pareggio a Salerno, domani sera alle 20.30 il Pescara sarà di nuovo in campo per la quinta giornata di campionato, di fronte una squadra galvanizzata dalla vittoria di sabato scorso ottenuta contro la Ternana.

Nel Pescara non ci saranno i soliti infortunati Mancuso, Selasi, Campagnaro, Latte Lath e Palazzi mentre Proietti, reduce dall’infortunio subìto sabato scorso, si è sottoposto a terapie.

Nella consueta conferenza stampa, mister Zeman ha esaminato un po’ la situazione attuale del Pescara, presentando così la partita:  «A Salerno abbiamo fatto la miglior prestazione fino ad oggi – ha dichiarato il boemo – Purtroppo i due gol influiscono sul giudizio delle persone ma il secondo gol era in fuorigioco e noi avevamo giocato benissimo. Ci sono miglioramenti, ci stiamo conoscendo. A Foggia eravamo penultimi, l’anno di Rambaudi e Signori, e poi abbiamo vinto. Ci vuole tempo, speriamo di migliorarci. Sulla formazione, infortunati a parte, darò fiducia a chi sta facendo bene. Poi ci sono doppioni e quindi non ho problemi. Proietti non sarà convocato, in quel ruolo ho quattro registi e quindi posso scegliere. Kanoutè deve ancora imparare. A Salerno ho preferito lui a Valzania perché quest’ultimo può giocare solo a sinistra. Benali ha fatto male e lo sa anche lui. Potremmo vedere in cabina di regia lo stesso Brugman: se tutti lo danno come migliore in campo, vuol dire che ci sa giocare. Ho anche Carraro che può ricoprire quel ruolo. Tornando a Salerno, ci siamo disuniti dopo il doppio vantaggio e, dopo l’errore di Benali del possibile tre a zero, ci siamo arenati. L’Entella è una squadra che l’anno scorso ha giocato bene. Non conosco Castorina, quindi non posso giudicarlo. Su quello che ha detto Sebastiani rispondo dicendo che i presidenti possono dire qualsiasi cosa, l’importante è che mi facciano fare l’allenatore. Non commento le sue idee tecniche, posso solo commentare la sua gestione della società. Un concetto che deve anche passare è che noi non siamo i favoriti. Siamo nuovi e dobbiamo crescere tanto e migliorarci, ci vorrà tempo».

La sfida di domani sera sarà diretta dall’arbitro Marco Serra di Torino, il fischietto sarà coadiuvato dagli assistenti Michele Grossi di Frosinone e Pasquale Capaldo di Napoli. Quarto ufficiale, Davide Andreini di Forlì.

Articolo offerto da:

Archidea