Doppia operazione anti degrado nel tunnel della stazione e nell’area di risulta

Pescara. Lotta al degradoPescara. Lotta al degrado

Doppia operazione della Polizia Municipale contro il degrado: nella giornata di ieri, gli agenti, coordinati dal Comandante Carlo Maggitti e dal Maggiore Adamo Agostinone, hanno effettuato un nuovo sgombero del tunnel della stazione con conseguente bonifica dell’area.

Nel pomeriggio, con il Maggiore Danilo Palestini, la Municipale ha operato nei giardinetti del terminal sgomberando i bivacchi sistemati fra alberi e cespugli per impedire insediamenti abusivi.

“Come abbiamo annunciato non ci sarà tregua alla lotta contro il degrado – assicura l’assessore alla Polizia Municipale Gianni Teodoro – Torneremo continuamente a presidiare quella zona, lo faremo tutti i giorni, anche più volte al giorno com’è accaduto oggi, finché il fenomeno non cesserà perché non si fermano dopo l’estate il controllo del territorio e la lotta al degrado.

Nel tunnel sono state trovate 6/7 persone che i nostri agenti hanno invitato ad uscire e, a quanti hanno voluto, ad affidarsi alla rete di associazioni che collabora con l’Amministrazione nella lotta contro il degrado e all’accoglienza di chi ha bisogno. La galleria è stata poi liberata dai materassi e da tutti gli oggetti utilizzati per ricavarsi un riparo per la notte, nonché dai rifiuti accumulati. E’ urgente intervenire e mantenere questa linea di fermezza e di azione integrata nei confronti dei senza fissa dimora, per lo più stranieri, presenze ricorrenti nel tunnel e anche nei confronti di altre tipologie di frequentatori che con il tempo si sono aggiunte a questi. Con gli operatori di Attiva si è provveduto a ripulire nuovamente il tunnel, i cui ingressi saranno ancora una volta messi in sicurezza. Ci muoveremo per ottenere un’illuminazione a giorno degli spazi al fine di scoraggiare chi vi si reca per nascondersi e anche per agevolare l’azione dei controlli da parte dei nostri agenti durante le ore serali.

Nel pomeriggio i nostri uomini di stanza nell’area di risulta si sono concentrati nell’area dei giardinetti del terminal, liberandoli dai bivacchi già pronti e sistemati per affrontare la nottata. Lì sono stati sgomberati 7 rumeni, un marocchino e un senegalese ed ha nuovamente operato Attiva, con due mezzi per la rimozione di cartoni e altri materiali e per restituire decoro all’area verde.

Altri controlli sono stati compiuti anche in via Aterno, nella cosiddetta struttura di casello di proprietà della Regione, a fronte di diverse segnalazioni di presenze notturne nell’edificio. Alla Regione abbiamo segnalato la situazione per attivare le azioni conseguenti di messa in sicurezza e chiusura dei varchi”.

Articolo offerto da: