Isole di Guadalupa, una farfalla nel bacino caraibico

Isole della GuadalupaIsole della Guadalupa

Situate nel cuore del bacino dei Caraibi, le isole della Guadalupa sono disposte in una curiosa forma di farfalla.

In ques’ultimo decennio lo sviluppo turistico è stato notevole, l’isola offre ben 700 locali tra bar, discopub e ristoranti dove gustare la raffinata cucina isolana dai forti sapori francesi, libanesi e vietnamiti. L’accoglienza negli aeroporti è delle migliori, al ritmo festoso del beguine e della samba. L’Europa conobbe questo paese grazie a Colombo che vi approdò nel 1493 battezzandola Guadalupa, ma le popolazioni autoctone la chiamavano Karukera, l’isola dalle belle acque. Guadalupa è il risultato di una fusione secolare di elementi creoli e francesi, anche il paesaggio si divide in ambienti geografici molto diversi e affascinanti nella stessa misura: la zona chiamata Basse-Terre ospita la vegetazione lussureggiante della foresta pluviale, una grande riserva naturale in cui le maestosità del vulcano Soufrière e della cascata Carbet, alta 107 metri, si innalzano tra rocce, laghetti riscaldati, sentieri e pitture rupestri.

Chi ama il mare, invece, deve spostarsi nella zona di Grande-Terre, per godere appieno delle spiagge di sabbia corallina e praticare tutti gli sport acquatici. A Grande-Terre ci sono anche campi per i nudisti, una sterminata palude di mangrovie, spettacolo quasi unico al mondo, e un meraviglioso parco marino con numerose specie aviarie. Il tocco culturale, invece, è il Museo Saint John Perse, dedicato proprio al grande poeta nativo e vincitore del Nobel. Perché in quest’isola la vacanza non può che essere lunghissima.

Articolo offerto da: