“Abruzzo mio”, mostra all’Aternino

Abruzzi mio

Si svolgerà al Circolo Aternino dal 6 all’11 giugno la mostra Abruzzo mio, terra da amare, collettiva di artisti ed editoria a cura dalla Best Ideas Formazione di Francavilla e l’associazione Artcore Asd di Chieti.  Oggi la conferenza di presentazione con l’assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo, Guerino D’Agnese, curatore della mostra, l’architetto Gabriella Di Felice con una rappresentanza dei giovani espositori.

“L’Abruzzo, le bellezze e gli aspetti geografici, oltre ad essere belli da vivere e da conoscere hanno un impatto forte sulla creatività degli artisti abruzzesi – commenta l’assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo – Il mare, la montagna sono elementi del paesaggio molto forti che influiscono nei linguaggi artistici che sono molto diversi fra di loro. Molte volte in Abruzzo si pecca di fare cose troppo rivolte a noi stessi, invece lo spirito che muove la mostra e il catalogo possono trasmettere a chiunque non viva in Abruzzo e non vi sia mai stato di raccontarlo. Ha un impatto molto forte questo catalogo con i riti, il paesaggio e tutti gli obiettivi sono stati centrati: portare dei ragazzi di grande talento al centro di Pescara e produrre qualcosa che sedimenti, capace di entrare sotto la pelle di questa regione e assaggiarne il retrogusto culturale e di creatività”.

Locandina Abruzzo mio

Locandina Abruzzo mio

“La mostra collettiva di pitture ed editoria illustrata sull’Abruzzo, è stata ideata e organizzata da Best Ideas Formazione in partnership con associazione di Chieti del maestro tatuatore Stefano Polidoro – spiega Guerino D’Agnese – che dedica corsi e seminari di dipinto pittorico e che ha selezionato 11 giovani pittori che esporranno i propri lavori. Tema unico è l’Abruzzo e le sue peculiarità paesaggistiche rituali e simboliche. La mostra è nata da un impulso emotivo del 18 gennaio, dopo la tragedia di Rigopiano e dopo il terremoto. Quei fatti ci hanno dipinto come regione dei terremoti, delle frane. Dovevamo raccontare altro e tutti gli artisti hanno dato il proprio assenso spinti da questo, non avremmo mai potuto realizzarla senza il supporto del Comune e abbiamo avuto anche il patrocinio del Cram, il Consiglio regionale abruzzesi nel mondo. Molti si stanno muovendo per fare in modo che l’Abruzzo venga descritto qual è, un angolo di mondo magnifico: noi lo vogliamo fare con l’arte e l’editoria illustrata.

Articolo offerto da:

Archidea