Tragedia di Rigopiano: il film in onda il 2 giugno su Rai Due

Tragedia di Rigopiano. Prefetto: "Nulla da rimproverarmi"

La tragedia dell’Hotel Rigopiano diventa un film previsto per il prossimo 2 giugno su Rai Due

“C’è qualcuno” è il titolo del lungometraggio scritto da Michele Santoro con la voce narrante di Beppe Fiorello. Della durata di un’ora, la pellicola mostrerà immagini inedite girate dai Vigili del Fuoco all’interno dell’albergo il giorno della valanga e in quelli successivi.

Profondamente sdegnati familiari e superstiti poichè il film, a quanto pare, è stato girato senza loro consultazione preventiva.

A tutela, gli avvocati Romolo Reboa, Gabriele Germano, Maurizio Sangermano e Roberta Verginelli, hanno definito il prodotto “non un reportage giornalistico, ma un’iniziativa editoriale di carattere speculativo”.

“Senza entrare in questa fase sulle lesioni dei diritti – sottolineano i legali – si osserva come la mancanza di rispetto e sensibilità umana nei confronti dei familiari di ben 29 vittime e dei sopravvissuti sia macroscopica. Inoltre, il materiale in possesso della Procura della Repubblica di Pescara è ancora da questa ritenuto oggetto di segreto istruttorio.

“E’ inaccettabile – aggiungono – che le vittime di una tragedia siano considerate dal servizio pubblico televisivo come le comparse di uno spettacolo cinematografico che ha quali protagonisti i servitori dello Stato che hanno fatto il loro dovere con splendida dedizione, costretti ad affrontare difficoltà ed intemperie con mezzi inadeguati. Trattare le vittime come comprimari necessari costituisce un’offesa nei loro confronti e rende qualsiasi prodotto non già un’iniziativa giornalistica ma una fiction che utilizza cinicamente l’emozione popolare per fare audience”.

Gli avvocati diffidano Rai Due dalla messa in onda della trasmissione, riservando azione risarcitoria per conto degli assistiti.

 

Articolo offerto da: