Pescara, arriva la Roma di Totti

Il tecnico della Roma, SpallettiIl tecnico della Roma, Spalletti

Dopo la partita con la Juve in casa, il Pescara si appresta a ricevere nel posticipo di questa sera un’altra blasonata: la Roma.

Per il Pescara saranno assenti i soliti infortunati: Vitturini, Stendardo, Campagnaro mentre prosegue il proprio programma di recupero Alberto Gilardino. Recuperato in extremis Caprari.

Mister Zeman, nella conferenza stampa del pre partita, ha dichiarato: “La formazione la saprete domani oggi. Verre l’ho visto come sempre”.

Il tecnico boemo afferma: “È una partita come le altre dopo quella con la Juve, ci sono gli stessi stimoli. Vivo da 25 anni a Roma, ho diversi amici sia nella Roma che nella Lazio. Speriamo di rendere difficile la partita ai giallorossi e che i giocatori abbiano la voglia di dimostrare che sanno far qualcosa. Spero ci riesca bene la fase difensiva. Il mio rapporto con Totti è sempre ottimo, ci sentiamo sempre. Quando sono andato via, lui non poteva avere influenza. L’ho sentito prima della partita? No. La Roma non ha molti punti deboli, dobbiamo sperare in qualche errore. Con De Rossi non c’era poco feeling, semplicemente non ha reso come mi aspettavo. Totti è stato il più grande giocatore che ho allenato: se vuole continuare, vuol dire che si sente all’altezza. Magari la situazione di oggi gli toglie voglia visto che non gioca mai, ma se vuole continuare lo deve fare perché se la sente. Spesso ho giocato col 4-5-1 con la punta chiamata a bloccare l’avversario in fase difensiva. Potrei farlo anche domani? Vedremo. Sono io che devo adattarmi alla squadra. Oggi è presto dire quali giocatori potrei confermare, ne riparleremo in estate. Io devo sfruttare tutti fino alla fine; non voglio fare nomi ma spero che tutti diano tutto, anche se non sempre riesce. Non ho desiderio di nessuna rivincita. Sono stato bene a Roma; ha avuto problemi la dirigenza con me, non io con loro. Lì ci sono tante radio e televisioni che possono influenzare, poi c’è chi si lascia influenzare e chi se ne frega”.

La Roma di Spalletti è intenzionata a non fare sconti e, durante la conferenza stampa del pre partita, il tecnico romanista ha detto: “Come prima cosa, vorrei fare i complimenti alla Primavera e ai ragazzi di Alberto De Rossi per il nuovo risultato raggiunto. De Rossi da più anni dimostra il suo valore nonostante le squadre cambino. Poi, ovviamente, vorrei dire che siamo vicini al dolore della famiglia di Michele Scarponi”.  “Non esiste una squadra che parte male e finisce malissimo sempre con gli stessi risultati. Ci sono momenti in cui si ottengono risultati importanti e inaspettati, come successo nelle ultime domeniche. Secondo me, il Pescara è una buona squadra in generale che ha passato buoni periodi anche senza far risultato. Un po’ come l’Empoli, si vede il lavoro quotidiano. Mi sembra che Zeman abbia modificato qualcosa ultimamente: la squadra mi è sembrata meno sbarazzina. Tra le cose che Zeman aveva dato a vedere, mantenere il meglio cercando di apportare alcune modifiche. Ricordo anche la partita di andata nella quale abbiamo fatto una grande fatica: abbiamo dovuto usare le migliori qualità dei nostri calciatori in una gara molto articolata”.

“Squadre come Roma e Napoli devono contare sulle proprie qualità, su quello che sarà il premio a fine campionato, la pagella finale da esibire; vedremo che squadra saremo diventati arrivando in fondo. Abbiamo la possibilità di finire bene il campionato. Forse il calendario del Napoli è più facile ma noi, come loro, siamo una squadra forte. Abbiamo avuto delle difficoltà in alcuni momenti di questo campionato, abbiamo rallentato ma non siamo mai andati indietro. Dobbiamo vedere cosa riusciremo a fare in quest’ultimo pezzo di campionato, corto e fondamentale. Possiamo allenarci bene: abbiamo qualità importanti e possiamo ottenere risultati importanti”.

 

 

Articolo offerto da: