Pescara, sequestrata un’area eternit dalla Guardia costiera

L'area di Eternit sequestrataL'area di Eternit sequestrata

Un’area con presenza di eternit è stata rinvenuta e sequestrata da parte degli uomini della Guardia Costiera di Pescara, grazie alla costante attività di monitoraggio ambientale lungo i corsi fluviali.

Nell’ambito di un pattugliamento nelle immediate adiacenze di un fosso che passa al di sotto della circonvallazione della SS16, in corrispondenza della strada Colle Renazzo, che collega Via Tirino a San Silvestro, è stata rinvenuta nella mattinata di ieri, una discarica abusiva di rifiuti pericolosi. L’area interessata è di circa 150 metri quadrati, nella quale erano presenti circa 30 lastre presumibilmente di eternit, alcune anche in evidente stato di sfaldamento, potenzialmente pericolose quindi per la salute, ed altri rifiuti speciali, con tutta probabilità derivanti da una ristrutturazione o da uno smaltimento illecito.

Sull’area, che è stata sottoposta immediatamente a sequestro preventivo a seguito delle disposizioni impartite dall’Autorità Giudiziaria a cui si è data notizia dei fatti, sono in corso verifiche per accertarne la proprietà. Intanto, i militari hanno proceduto ad effettuare i campionamenti delle acque, al fine di verificare che i rifiuti non abbiamo provocato una contaminazione delle acque.

Articolo offerto da:

Archidea