Lino Manocchia, addio a un grande uomo di penna

Lino Manocchia con Sinatra e WinchellLino Manocchia con Sinatra e Winchell

Da New York ci giunge una triste notizia: la scomparsa di Lino Manocchia, lo scrittore giornalista che nella sua vita ha dedicato corpo e anima all’immenso mondo della penna.

Lino Manocchia

Lino Manocchia

Se n’è andato serenamente, durante il sonno tra la notte di venerdì e sabato scorso. Di origine giuliese, Lino è rimasto sempre in contatto con la sua terra d’origine, radicato alle sue tradizioni e alla sua gente anche da oltreoceano, dove si trasferì da diversi decenni. Le sue innumerevoli interviste e servizi hanno navigato dal continente europeo a quello americano permeando di grande professionalità  e cuore, tipici del giornalista appassionato quale era lui, il mondo della carta stampata.

Lino Manocchia con Paul Newman

Lino Manocchia con Paul Newman

I pezzi sui più grandi personaggi della terra riportano la sua firma in un inconfondilbile stile arguto e genuino al contempo, da Marilyn Monroe al suo grande amico Paul Newman, passando per i grandi nomi dello sport mondiale, quali il nostrano Rocky Marciano, Moahmed Alì, Carnera e ancora,Ray Robinson, Willie Pep. Fino a toccare argomenti più impegnativi e struggenti, come il personale ricordo del Natale in un lager tedesco. Poi, il fortunato incontro con la casa editrice Artemia per il libro “Lino e il microfono” e, dunque, la preziosa amicizia con la direttrice editoriale dell’Artemia edizioni, Maria Teresa Orsini. La nostra redazione, onorata di aver collaborato con Lino, esprime il cordoglio per la scomparsa di un mito del giornalismo che aveva da poco celebrato il suo ultimo compleanno.

Articolo offerto da:

Be the first to comment on "Lino Manocchia, addio a un grande uomo di penna"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*