Al via la seconda edizione di Matta in scena 2

Manifesto della rassegnaManifesto della rassegna

Ritorna anche quest’anno, dopo il successo della prima edizione, la seconda edizione di “Matta in scena”, rassegna di teatro contemporaneo.

Lo spettacolo “L’altra visione dell’altro” è a cura della regista teatrale Annamaria Talone e con il patrocinio del Comune di Pescara, assessorato alla Cultura e la sponsorizzazione di Coop Alleanza 3.0, Convenzione soci coop Alleanza 3.0 e il sostegno e la collaborazione di Arci Pescara e Casa dello Spettatore, Roma.

La rassegna è stata presentata oggi presso la Sala Giunta del Comune di Pescara dall’assessore Giovanni Di Iacovo, Annamaria Talone e Paola Tavani e per la Coop Nadia Ponti e Maurizio Gaigher.

“Il Matta si conferma sempre più spazio dove vivere momenti di speciale programmazione culturale, lo dimostra anche questa programmazione 2017 – dice l’assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo – Artisti per il Matta sono stati in grado di rimettere in circolo situazioni endogene e dare spazio a talenti indigeni, che fare da volano a compagnie fuori confine sposare la causa di associazioni che si occupano non solo di volontariato, ma anche di degrado, di marginalità. I percorsi che hanno fatto gli Artisti per il matta sono stati di grande successo, per la varietà delle offerte, per le produzioni, per i connubi con arte e musica. Oltre a questo sono riusciti a esportare tale modello e a conquistare l’inclusione del Matta in circuiti culturali nazionali per far conoscere meglio la cultura del territorio e trasformarsi in vetrina per attori, artisti, performer: tutto questo ha trasformato il Matta in uno degli avamposti culturali più attivi d’Italia”.

“In particolare questa edizione propone spettacoli che ricercano pensieri differenti sul mondo e raccontano il coraggio di saperli affermare – dice Annamaria Talone – Obiettivo della rassegna è quello di rafforzare la riconoscibilità dello Spazio Matta fuori dai confini regionali come luogo di punta per il contemporaneo e contestualmente lavorare con una forte ricaduta sociale nel territorio. Questo perché in uno scenario globale in cui si torna a costruire muri per separare culture, umanità, etnie, religioni, siamo alla ricerca di “ponti” in grado di far emergere la complessità dell’esistente.  Non esiste un pensiero separato autosufficiente che non necessita di confrontarsi con il diverso per affermare la propria esistenza. L’altra visione dell’altro nasce da queste riflessioni ed è un omaggio allo studioso Piergiorgio Giacchè, che ci ricorda il valore del teatro come luogo di accoglienza: spettatori e artisti che insieme costruiscono le comunità teatrali”.

“Ci siamo innamorati profondamente di questa rassegna e confermiamo la nostra presenza per la seconda volta – dice Paola Tavani, presidente zona soci Coop Alleanza 3.0 –  Coop Alleanza 3.0 sposa la dimensione imprenditoriale con quella etica e sociale l’espressione concreta di questi valori sono l’impegno nel dare risposte ai bisogni delle persone e delle comunità, garantire convenienza, qualità e sicurezza, sostenere l’economia del territorio, la legalità, la solidarietà e, appunto, la cultura. Per noi la cultura rappresenta infatti un veicolo essenziale di coesione sociale; per questo, ogni anno la Cooperativa organizza direttamente o sostiene decine di iniziative di carattere letterario, musicale, teatrale, cinematografico e artistico, promosse da associazioni e realtà del territorio, e stipula convenzioni allo scopo di rendere fruibile ai proprio soci questo arricchimento”.

La rassegna prenderà il via il prossimo 18 febbraio alle ore 21, con uno dei più grandi attori di narrazione del teatro contemporaneo italiano Enrico Messina che presenterà lo spettacolo Orlando (furiosamente solo rotolando). Fondatore della compagnia pugliese Armamaxa, ha incentrato la propria poetica sulla ricerca del legame tra oralità, movimento, teatro e ricerca sociologica. Lo spettacolo frutto di una ri – scrittura è stato rappresentato in tutta Italia e in occasione dei più importanti festival, riuscendo ad ammaliare gli spettatori di tutte le età per il piacere dell’affabulazione. Oltre al profilo artistico delle compagnie ospiti, l’edizione 2017 di Matta in Scena si caratterizza per l’attenzione dedicata agli spettatori e per coinvolgimento delle fasce più deboli della comunità cittadina attraverso una serie di attività collaterali agli spettacoli. Grazie alla collaborazione con Arci Pescara, sarà realizzato un progetto artistico rivolto alle persone straniere rifugiate. Per la formazione dello spettatore, si evidenzia la collaborazione con la prestigiosa Casa dello Spettatore di Roma che organizzerà degli incontri di preparazione alla visione degli spettacoli in cartellone, stimolando gli spettatori a vivere un’esperienza di fruizione realmente attiva e consapevole. Il primo incontro ci sarà il 18 febbraio alle ore 18.  Tra le novità dell’edizione 2017, si segnala in chiusura di rassegna, la residenza della compagnia marchigiana Teatri Rebis che il 12 maggio presenterà uno studio per il nuovo spettacolo tratto dal libro “ll papà di Dio” del noto illustratore fumettista maicol&Mirco.

Biglietto spettacolo € 10; ridotto € 8 (studenti, inoccupati/precari, pensionati, soci Coop Alleanza 3.0).  Abbonamento € 36. Ingresso gratuito per incontro alla visione.  Info: segreteria: cell. 327 8668760 –  info@artistiperilmatta.org – www.artistiperilmatta.org

 

Articolo offerto da:

Be the first to comment on "Al via la seconda edizione di Matta in scena 2"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*