Rigopiano, la Procura apre un’inchiesta per disastro colposo

Hotel-Rigopiano-internoHotel-Rigopiano-interno

La Procura di Pescara ha aperto un’inchiesta per il disastro dell’Hotel Rigopiano.“L’inchiesta è alle battute iniziali, non ci sono al momento scenari diversi da quelli che tutti possono immaginare”.

Ha esordito così il Procuratore aggiunto di Pescara, Cristina Tedeschini titolare dell’inchiesta. Disastro colposo e omicidio plurimo colposo: sono queste le ipotesi di reato dopo la valanga che ha travolto l’albergo. L’indagine riguarda anche la costruzione della struttura e le vie d’accesso. Nel corso della conferenza stampa, il Pm Tedeschini ha dichiarato: “Tra i filoni di indagine vi sono quelli relativi a circostanze e decisioni sull’apertura e lo stato di esercizio dell’hotel e sulla viabilità di accesso a quell’esercizio. Un certo numero di interlocuzioni e di comunicazioni ha avuto, poi, delle inefficienze e interferenze”; specificando dice il Pm, “non tutte queste inefficienze tuttavia appaiono causalmente rilevanti”. L’indagine – afferma il Pm Tedeschini -riguarderà tutto il tema delle comunicazioni, sia telefoniche che mail, WhatsApp, e dell’individuazione dei soggetti, è importante nell’ambito della ricostruzione degli eventi. Che ci siano state disfunzioni e ritardi nel recepire l’importanza di una comunicazione telefonica è un fatto, ma che questa sottovalutazione abbia avuto una relazione causale nell’efficacia delle operazioni di soccorso non è così certo”.  “Tutta la vicenda della mail inviata dall’hotel Rigopiano è acquisita alle indagini- ha dichiarato il Pm nel corso della conferenza stampa – per acquisito all’indagine intendo un materiale controllato e verificato, come appunto la vicenda della mail. Sono da valutare gli effetti degli eventuali ritardi nell’avvio dei soccorsi verso l’hotel di Rigopiano, al massimo si tratta di un’ora. Avete visto quanto tempo ci è voluto per arrivare a quell’albergo. Gli effetti causali sono tutti da dimostrare”.

Intanto nella giornata di lunedì è stato emesso dall’Asl di Pescara, un nuovo bollettino sanitario: “Al momento sono presenti solo due bambini mentre è stata dimessa la famiglia Parete. I due bambini ancora ricoverati sono sempre in buone condizioni fisiche e la permanenza è dovuta solo ad una continuità di protezione psicologica. Dei restanti 4 adulti è presente il solo paziente sottoposto ad intervento chirurgico al braccio destro il giorno 21. Questo paziente presenta esami ematochimici in leggero miglioramento, l’intervento è consistito in una fasciotomia ed è durato circa un’ora e un quarto. Nelle prossime 24/48 ore verrà valutato il trasferimento presso l’ortopedia di questo nosocomio”.

Nel frattempo proseguono le operazioni di recupero presso l’hotel Rigopiano: in giornata i Vigili del fuoco hanno recuperato all’interno della struttura altri cinque corpi senza vita, non ancora identificati e di sesso femminile. Sale a 17 il numero delle vittime e a 12 il bilancio dei dispersi.

 

Articolo offerto da:

Bar Roberto

Be the first to comment on "Rigopiano, la Procura apre un’inchiesta per disastro colposo"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*