Caprari regala il punto d’oro al Pescara

Pescara CagliariPescara Cagliari

di RITA CONSORTE

Il Pescara pareggia col Cagliari e conquista un punto d’oro. Il Cagliari si porta in vantaggio dopo un quarto d’ora con Borriello e rimane in dieci dal 33’ del primo tempo per l’espulsione del centrocampista Di Gennaro, per una doppia ammonizione e resiste fino al 93’ quando Caprari ha messo in rete l’ennesimo cross dei biancazzurri.

Nel Pescara mister Oddo, nella sfida contro il Cagliari, deve rinunciare a diversi elementi: Coda, Campagnaro, Bahebeck. Il Pescara si schiera con il classico 4-3-2-1 con Bizzarri tra i pali, difesa a quattro con Zampano e Biraghi esterni, linea centrale difensiva affidata al duo: Gyomber – Fornasier.  Sulla linea mediana del campo spazio al trio: Brugman, Memushaj e Verre con Benalì e Caprari trequartisti dietro all’unica punta Pepe.

Nel Cagliari sono indisponibili: Tachtsidis, Capuano, Murru, Joao Pedro, Ionita, Bittante. Mister Rastelli, si schiera con il 4-3-1-2 con Storari tra i pali, difesa a quattro con Isla e Pisacane esterni, linea centrale difensiva formata da Ceppitelli e Alves. La linea di centrocampo cagliaritana è composta da Barella, Di Gennaro e Dessena con Farias trequartista dietro la coppia offensiva Sau e Borriello.

Il Pescara parte bene è al 9’ ha la sua prima occasione con Caprari che in contropiede viene servito in area da Pepe, ma la conclusione termina di poco fuori.

Il Cagliari crea gioco, ma il Pescara cerca di essere incisiva in zona d’attacco; soprattutto al 20’ la squadra abruzzese va di nuovo vicino al gol, questa volta con Pepe che dopo un triangolo in velocità con Memushaj calcia un rasoterra che finisce di poco fuori dallo specchio della porta. Al 24’ il Cagliari si porta in vantaggio: gran lancio in profondità di Di Gennaro, con Borriello che di testa controlla la palla liberandosi al contempo della marcatura e calcia poi di sinistro un rasoterra che s’infila nell’angolo basso alla destra di Bizzarri. Al 33’ l’episodio che dà una svolta alla partita: Di Gennaro commette fallo su Verre e l’arbitro Doveri gli rifila il secondo giallo in pochi minuti e il Cagliari rimane così in dieci uomini. Il primo tempo termina con il Cagliari in vantaggio mentre il Pescara chiude all’attacco alla ricerca della rete del pareggio.

Nel secondo tempo il Cagliari opera una sostituzione: fuori Farias, al suo posto subentra Salamon accolto dai fischi dell’Adriatico. Così facendo, mister Rastelli cerca di blindare e chiudere ogni spazio agli attacchi abruzzesi.

Al 53’ il Pescara protesta per un atterramento in area di Pepe da parte di Salamon, ma l’attaccante era in fuorigioco. Al 75’ la diagonale di Pepe termina di un soffio a lato, il Pescara preme sull’acceleratore alla ricerca della rete del pareggio e ci prova all’88, ma Storari salva su una conclusione ravvicinata di Caprari. Lo stesso Storari nulla può fare al 93’, quando su un cross in area, spunta Caprari che, in scivolata, riesce ad indirizzare in rete il pallone. La partita termina qui con il Pescara che interrompe la striscia di risultati negativi e mette in cassaforte un punto prezioso.

91’ I COMMENTI

Al termine della partita, negli spogliatoi del Pescara si respira aria di soddisfazione per aver agguantato un pareggio insperato. Il primo a giungere in sala stampa è il tecnico del Pescara, Massimo Oddo che ha dichiarato: “Era il minimo che potessimo raccogliere. Ci abbiamo messo il cuore. Di più in questo momento non possiamo. I ragazzi hanno dato il massimo. Il pareggio vale tanto perché fa morale e abbiamo accorciato sull’Empoli. Se oggi avessimo perso sarebbe stato devastante dal punto di vista mentale. Oggi, è come se avessimo vinto. Avevo chiesto di lottare. I ragazzi non hanno tradito. Il Cagliari era raccolto in 20 metri davanti all’area di rigore. Gli uno contro uno non erano possibili perché gli avversari raddoppiavano sempre. Oggi, ripeto, i ragazzi hanno dato tutto”.

Rammarico da parte del mister Massimo Rastelli: “Un peccato. Alla vigilia speravo soprattutto di non perdere per non permettere al Pescara di rosicchiarci dei punti, ma alla luce di come si è messa la partita, ancora di più dopo essere rimasti in dieci, avevo la speranza di portare a casa il risultato pieno”. Un Cagliari inizialmente brillante.

“Abbiamo giocato un’ottima prima mezz’ora, senza creare grandi occasioni, ma costruendo i presupposti per farci pericolosi. Siamo andati in vantaggio con uno splendido gol di Borriello, poi purtroppo è arrivata l’espulsione per due ammonizioni un po’ ingenue e a quel punto ci siamo dovuti dedicare quasi esclusivamente alla difesa. Non abbiamo in organico gente di gamba, capace di ribaltare l’azione: i soli forse sono Barella e Dessena, che però avevano giocato 90′ mercoledì e non potevano essere freschissimi. Ovviamente il Pescara ha attaccato in massa, ma i tanti cross non ci hanno procurato grandi difficoltà, non ricordo una parata da parte di Storari”.

Sull’ingresso di Melchiorri: “Nel Pescara sono entrati tutti gli attaccanti a disposizione, ho messo inizialmente Federico sulla sinistra per coprire la fascia e tenere un 4-4-1-1 contrapposto al loro 4-4-2. Poi ho tolto Borriello, che era stanchissimo per mettere Munari e ho spostato in avanti Melchiorri. Avrei voluto allentare la pressione, ma non era facile. Rastelli ha perso Padoin nelle ore precedenti la gara per un problema intestinale. Ho dovuto cambiare qualcosa rispetto ai piani originari. I nostri 20 punti sono un ottimo bottino, soprattutto in considerazione dei tanti infortuni. Oggi sono tornati in panchina Capuano e Tachtsidis, una buona notizia per noi”.

Pescara (4-3-2-1) Bizzarri, Zampano, Gyomber, (dal 90’ st Zuparic) Fornasier, Biraghi, Memushaj, (dal 59’st Pettinari) Brugman, Verre, (dal 69’st Manaj) Benalì, Caprari, Pepe. A disp: Fiorillo, Crescenzi, Bruno, Cristante, Manaj, Zuparic, Aquilani, Vitturini, Pettinari, Muric. All. Oddo

Cagliari (4-3-1-2) Storari, Isla, Ceppitelli, Bruno Alves, Pisacane, Dessena, Di Gennaro, Barella, Farias, (dal 46’st Salamon) Sau, (dal 67’st Melchiorri) Borriello. (dall’81’st Munari) A disp: Rafael, Colombo, Melchiorri, Munari, Capuano, Briukhov, Giannetti, Salamon, Tachtsidis. All. Rastelli

Arbitro: Doveri di Roma

Addizionali di area: Mazzoleni – Mainardi

Assistenti: Tonolini – Gori

IV uomo: Posado di Bari

Reti: 24’pt Borriello, 90 +2’ Caprari

Ammoniti: Di Gennaro ( C) Memushaj ( P) Dessena ( C ) Benalì ( P) Borriello ( C )

Espulsi: 36’ pt per doppia ammonizione

Angoli: 7 Pescara, 2 Cagliari

Recupero: 1’pt, 5’ st

Articolo offerto da:

Bar Roberto

Be the first to comment on "Caprari regala il punto d’oro al Pescara"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*