WillClown e il Festival della Gioia

WillClow Pescara

WillClown Pescara, associazione di volontariato Onlus che lavora nel campo della clownterapia, in occasione dei suoi 10 anni di attività, organizza la I edizione del Festival Della Gioia per celebrare questo anniversario e l’elemento che ha conosciuto e trasmesso in questi anni: la GIOIA.

Dal 2 al 4 dicembre all’Aurum una serie di mostre, workshop, serate di spettacolo, tavole rotonde, festeggiamenti costituiranno il programma del Festival che ha i suoi ospiti più prestigiosi in Simona Atzori, ballerina e pittrice senza braccia, Emmanuel Lavallée, attore, clown e pittore, Federico Perrotta, attore comico e Francis Calsolaro, attore, mimo e video-editor, oltre a tutti gli altri artisti pescaresi che hanno voluto contribuire.

La manifestazione, co-organizzata col Centro servizi per il volontariato, ha il contributo del Comune di Pescara e di una serie di partners privati, il sostegno di Coop Alleanza 3.0, il patrocinio della Regione Abruzzo.  Il programma della tre giorni è stato illustrati dall’assessore alla Cultura  Giovanni Di Iacovo, da Valeria Pellicciaro dell’associazione WillClown presente con alcuni suoi componenti clown dottori, da Casto Di Bonaventura, presidente del Centro Servizi Volontariato (coorganizzatore dell’evento), Paola Tavani presidente della COOP (Coop Alleanza 3.0) soggettostenitore dell’evento.

Festival della gioia programma

Festival della gioia programma

“Siamo davvero fieri di aver detto sì a questo Festival – esordisce Giovanni Di Iacovo –  Un entusiasmo dovuto a diverse cose, alla storia di Will Clown, alla proposta di un festival che fa capo al benessere di tutti, ma che soprattutto è portatore di bellezza e gioia. La gioia è un antidoto generale a tutti i mali che nel vivere quotidiano ognuno incontra. Ho avuto modo di conoscere la clownterapia agli inizi, vedere oggi quanto si è sviluppata mi conforta. L’idea che si faccia un appuntamento di tre giorni all’Aurum, che coinvolge associazioni e soggetti è stata una scelta importante anche affinché questa dimensione venga conosciuta. Fatelo anche perché un incontro con Simona Atzori è da non perdere: lei è un simbolo della voglia di vivere e della voglia di esprimere le proprie capacità sempre e comunque e sono felice possa venire a Pescara una figura positiva e gioiosa come lei”.

“Volevamo organizzare qualcosa per i 10 anni dell’associazione – così Valeria Pellicciaro di Will Clown – Il festival nasce anche dalla necessità di non sentire tutta questa negatività, per diffondere la gioia e la volontà di vivere in un certo modo, non circondati dalla paura e dalle cattive notizie che pur ci sono. Le notizie positive purtroppo fanno meno rumore, per cui spero che in questi tre giorni riusciremo a fare rumore, perché con la gioia tutto divenga più facile e anziché lamentarsi, affrontare la vita con positività può dare un’occasione in più, come ci hanno insegnato i bambini, i malati e gli anziani che andiamo ad assistere e così noi la restituiamo agli altri attraverso incontri spettacoli e iniziative. Simona Atzori sarà presente con un’esibizione sabato sia come ballerina che pittrice e farà anche un workshop motivazionale. La sera ci sarà lo show di Perrotta con tanti artisti che verranno tutti gratuitamente e nella serata ci sarà anche Emmanuel Lavallée, un clown eccezionale che terrà un seminario per addetti ai lavori”.

workshop Simona Atzori

workshop Simona Atzori

“Nasciamo per servire il mondo del volontariato e il nostro aiuto arriva tramite i servizi che possiamo offrire loro – spiega Casto di Bonaventura, presidente del Csv – Quando c’è qualcosa di interessante ci lasciamo subito coinvolgere, questo evento ci ha subito conquistato perché ha a che fare con la promozione di tutto il mondo del volontariato a Pescara e in provincia e ci è sembrata un’occasione opportuna per organizzare questa attività. E’ un successo per la società vedere che esistono delle persone che gratuitamente continuano a dare il proprio tempo agli altri. Ogni volta che accade noi ci siamo”.

“Mi fa piacere condividere tutta questa gioia perché quando la si fa con il cuore ci fa piacere lavorare con loro – aggiunge Paola Tavano della Coop Alleanza 2.0 – Sono quasi dieci anni che collaboriamo insieme, condividendo solidarietà ed entusiasmo che ci hanno unito sin dall’inizio. Abbiamo collaborato per molti progetti che Coop Alleanza ha fatto anche per la scuola, l’ultimo nostro incontro è stato la settimana scorsa per le tre giornate contro la violenza sulle donne. Vogliamo dire grazie a questo lavoro e continuare la nostra collaborazione”.

Il programma

Il 2 dicembre alle 18, apertura del Festival nella Sala degli Alambicchi dell’Aurum con l’inaugurazione della mostra di Alfonso Camplone, che realizzerà una performance di pittura. Il ricavato verrà devoluto all’Associazione.

Il 3 dicembre alle 15 inizia il workshop motivazionale di Simona Atzori all’Auditorium Flaiano, dove alle 21 inizierà la serata di spettacolo condotta da Federico Perrotta. Partecipano Emmanuel Lavallée, il coro The Precious Gospel Singers, la scuola Edart Studio Danza, gli allievi della scuola di improvvisazione teatrale Estro Destro, la cantante Erika Secondino, mentre Il Circo della Luna realizzerà un’esibizione acrobatica aerea e Matteo Schiazza, Alessandra Diodoro e Stefania Marinangeli un reading.

Il 4 dicembre alle 9.30 inizia all’Aurum il workshop espressivo corporeo di Emmanuel Lavallée sull’espressione della gioia e la figura del clown; e a seguire una cascata di workshop (di psicologia positiva, di giocoleria, di yoga della risata, sulla figura del clown; e poi una Camminata Emozionale

nelparco). Alle 18 ci sarà, sempre all’Aurum, la Tavola Rotonda “Perché la gioia?”, cui parteciperanno, tra gli altri, il fondatore di Willclown Francis Calsolaro, Emmanuel Lavallée, la presidente di Willclown Pescara Rossella Pietranico, il presidente del Centro Servizi per il Volontariato Casto Di Bonaventura. E poi, alle 19.30, via alla festa conclusiva per questo compleanno di Willclown, con testimonianze e video sulla storia dell’associazione.

WillClown Pescara

WillClown Pescara nasce nel Dicembre del 2006 con 6 soci fondatori che già da due anni prestavano servizio all’Ospedale Civile di Pescara, grazie all’idea e iniziativa di Francis Calsolaro, Fondatore e formatore, che nel 2002 promuove l’idea e il progetto WillClown prima in Molise e poi in altre regioni d’Italia. Nel 2004 Francis arriva a Pescara e comincia a proporre corsi di formazione e workshop per promuovere la clownterapia e la figura del clowndottore. Nel 2006 i clowndottori appena formati si costituiscono in associazione e cominciano la loro attività di sensibilizzazione e volontariato.

Willclown opera in luoghi di sofferenza portando sorrisi, gioia, allegria e colore, avvicinandosi in punta di piedi e con un approccio delicato e attento ai bisogni e alle esigenze delle persone. L’associazione crede nella forza del volontariato, della gratuità e dell’impegno costante nel servizio alle persone, perché per far del bene bisogna farlo bene, e quindi i nostri volontari clowndottori sono formati con un lungo corso di formazione che li aiuta a prepararsi sia a livello artistico, ma anche psicologico, per la loro funzione di supporto, sostegno e positività.

presentazione festival

presentazione festival

In particolare il sorriso di Willclown arriva in ospedale a Pescara, presso i reparti di Pediatria e Trapianti del Midollo Osseo, dove ha iniziato il proprio servizio nel 2004. Nel 2007 è iniziato il servizio presso il centro anziani Casa Nazaret. Nel 2008 Willclown decide di portare la sua allegria anche presso il Centro di Riabilitazione Don Orione, nel 2009 si impegna nel servizio di Volontariato a L’Aquila e presta la sua attività presso i campi di accoglienza per i terremotati. Nel 2012 inizia la sua attività presso una casa famiglia. Da pochi mesi ha iniziato servizio anche presso l’Ospedale di Atri, nel Reparto di Pediatria. Partecipa a progetti di collaborazione con altre associazioni di volontariato come Anffas, Adisco, Ceis, e tutte quelle che chiedono collaborazione. Willclown, iniziata con 6 giovani e coraggiosi soci fondatori, oggi può contare sul dono, l’operato e la gratuità di circa 80 clowndottori e circa 30 tirocinanti in formazione.

Articolo offerto da:

Be the first to comment on "WillClown e il Festival della Gioia"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*