Dai Colli alla nazionale di Giochi senza frontiere

Foto di gruppoFoto di gruppo

di MARINA MORETTI

Un antipasto perfetto, di quelli che soddisfano il palato stuzzicando l’appetito ma lasciando la voglia di continuare il pasto: questo rappresenta Italia Gioca per il team pescarese in partenza per il Circeo per le finali di Giochi senza frontiere.

Infatti i componenti, poco dopo il ritorno dal Lazio, saranno di nuovo in assetto ludico per partecipare, insieme a tanti altri, alla diciannovesima edizione di Colli senza Frontiere, la sfida tra gli otto colli cittadini che si terrà dal 24 al 28 agosto a Pescara. Intanto il tifo si scalda con i giochi in programma nell’arena di San Felice Circeo, dove dal 4 al 6 agosto si tengono le sfide tra le rappresentative regionali. Dopo l’ottimo terzo posto conquistato nel 2014, gli abruzzesi tornano nel Lazio a difendere i colori regionali nell’edizione 2016 di Italia Gioca, versione nazionale dei mitici Giochi Senza Frontiere. A Borgo Montenero di San Felice Circeo, sede della manifestazione, scendono in campo i giocatori selezionati dall’associazione Castellamare in Festa, organizzatrice a Pescara di Colli senza Frontiere. Più di cento “giocatleti” si cimentano nelle prove organizzate nell’area La Torre, a Borgo Montenero. I partecipanti provengono da undici Comuni, ciascuno in rappresentanza di altrettante regioni italiane. I giochi sono ogni anno più appassionanti, in equilibrio tra prestazione atletica e divertimento, un mix che regala alla manifestazione tantissimo pubblico ansioso di rinverdire i fasti dei mitici Giochi senza Frontiere: per l’edizione 2016 si prevede l’arrivo di circa 5000 spettatori a serata.

Locandina Italia gioca

Locandina Italia gioca

La compagine abruzzese è alla sua seconda partecipazione, dopo la strepitosa performance che, nel 2014, l’ha vista piazzarsi in terza posizione. Il risultato ha inorgoglito il direttivo dell’associazione Castellamare in Festa e tutti i 12 partecipanti, partiti con il bagaglio di festoso entusiasmo che caratterizza anche Colli senza Frontiere. Al Circeo l’Abruzzo rinnoverà anche l’onore del fischio d’inizio: il componente più anziano, al quale l’organizzazione laziale affida l’alzabandiera nella cerimonia di apertura dei Giochi, è infatti il pescarese Silvio Testino, 58enne, storico rappresentante di Colle Pietra. Era già successo nel 2014, quando l’alzabandiera toccò all’allora concorrente più anziano, il pescarese Paolo Crisante. Italia Gioca è nata dall’idea di alcuni amici che si sono ritrovati in rete a condividere le esperienze dei giochi di quartiere organizzati dalle associazioni locali. L’incontro ha rinnovato e rimesso in moto l’allegra macchina di Giochi senza Frontiere, trasmessa dalla televisione nazionale dagli anni ’70 agli anni ’90. Le gare mettevano in competizione le rappresentative di alcune nazioni del vecchio continente, impegnate in gare spettacolari e divertenti. Uno scambio tra Paesi distanti fra loro, ma sempre pronti ad una sana aggregazione nel più puro spirito europeo. Ora la riviera del Circeo è pronta ad accogliere di nuovo un appuntamento ludico-sportivo che promuove il turismo e rinnova l’amicizia tra le città e le regioni.

Più di 120 atleti, un’area di gioco con tribune da 3000 posti e una cerimonia di apertura con tante sorprese sono gli ingredienti della kermesse laziale che, in quattro anni, ha ottenuto una crescente popolarità sulla scena nazionale e internazionale. Nel 2013, a Parma, si è svolta la prima manifestazione nazionale, alla quale hanno preso parte 7 comuni in rappresentanza di altrettante regioni; in quell’occasione l’associazione Castellamare in Festa era stata invitata come osservatrice. Nel 2014, la prima volta a San Felice Circeo, sono arrivati giocatori da 10 comuni in rappresentanza di 10 regioni, Abruzzo compreso. La terza edizione del 2016 propone nuovi giochi esilaranti, nuovi comuni partecipanti e nuove piattaforme per seguire l’evento e dare maggiore visibilità all’intero progetto e ai suoi partner. La finale nazionale di Italia Gioca – i Giochi senza Frontiere Italiani organizzati dall’associazione La Torre di San Felice Circeo, in collaborazione con il Comune – è trasmessa in diretta televisiva sul canale 128 del Digitale Terrestre. A Borgo Montenero (Lt) vengono allestiti il Villaggio per l’ospitalità delle squadre e l’Arena Italia, con la grande piscina per i giochi in acqua. La squadra vincitrice della finale di Italia Gioca 2016 parteciperà, in rappresentanza dell’Italia, all’edizione 2016 dei Giochi dell’Adriatico in Croazia. La delegazione sportiva abruzzese, patrocinata dal Comune di Pescara, è coordinata dall’associazione Castellamare in Festa, la stessa che, dal 1996, organizza in città Colli senza Frontiere.

Squadra 2014

Squadra 2014

Al Circeo il gruppo si è già dimostrato all’altezza della situazione: forte, agonisticamente competitivo e ben allenato anche grazie alle gare impegnative di Colli senza Frontiere, come le corse, le pedalate, i giochi di abilità e le sfide acquatiche. Nell’edizione 2014 di Italia Gioca la squadra di Pescara, sempre con Castellamare in Festa, si è classificata al terzo posto, un risultato eccellente vista la caratura degli altri team. “Il terzo posto del 2014 – dice la presidente di Castellamare in Festa, Maria Rita Carota – dimostra che la passione e l’impegno che da tanti anni mettiamo nell’organizzazione del Palio degli otto colli cittadini possono portarci lontano, facendoci ben figurare anche tra eventi di caratura nazionale come quello del Circeo”. Il tema dei giochi 2016 è “I Viaggi di Ulisse”. Queste le squadre partecipanti, 11 comuni per 11 regioni. Cagliari (Ca) Sardegna; Castelfranco Piandiscò (Ar) Toscana; Castrovillari (Cs) Calabria; Dalmine (Bg) Lombardia; Moconesi (Ge) Liguria; Pescara (Pe) Abruzzo; Pescopagano (Pz) Basilicata; San Felice Circeo (Lt) Lazio; San Prospero (Mo) Emilia Romagna; Saviano (Na) Campania; Verbania (Vco) Piemonte.

Articolo offerto da:

Bar Roberto

Be the first to comment on "Dai Colli alla nazionale di Giochi senza frontiere"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*