Assistenza sociale: servizio garantito

Incontro assistenza socialeIncontro assistenza sociale

L’assessore al Sociale del comune di Pescara Giu­lia­no Diodati ha ri­con­fer­ma­­to l’impegno del­l’am­­mi­nistrazione ad una soluzione positiva e veloce cir­ca il ri­pristino del­l’as­si­sten­­­za so­ciale a tutti gli u­tenti seguiti dal Comune, con il reintegro delle ore venute razionalizzate per mancata copertura economica.

“Torno a ribadire l’im­­pe­gno dell’amministrazione a ripristinare la co­per­tura del­­le ore, al momento resa possibile grazie alla variazione di bilancio che ha riportato nel settore sociale 1.700.000 euro di risorse – e­sor­disce l’as­ses­sore Giu­lia­no Diodati – A cau­sa del­­le condizioni di pre­dis­se­­sto che non sono addebitabili a questa am­mi­ni­stra­zione, il settore si è ritrovato con fondi che co­privano integralmente il servizio fi­no al 31 dicembre e parzialmente fino al 31 marzo. Grazie alla va­ria­zione l’e­se­cutivo ha te­nu­to fede al­l’im­­pegno pre­so con la cit­tà di ripristinare le risorse e mettere riparo ai tagli do­lo­rosissimi che non ab­bia­mo potuto e­vi­tare. Questo o­ra ci consente di rial­lar­ga­re il mon­te ore del­l’as­si­stenza sociale già da feb­braio, con­­­tia­mo di tro­vare u­na so­­lu­zio­ne an­che per co­prire i giorni di gennaio, con l’af­fidamento dell’appalto del servizio fino al 31 mar­zo e comunque con la cer­tezza di ga­rantire la pro­secuzione del servizio an­che in futuro”.

Infatti in questi giorni in seduta pubblica sono state aperte le buste economiche dell’appalto come previsto dai tempi della gara: la com­­missione ha proceduto all’aggiudicazione provvisoria alla ditta che ha proposto la prima migliore offerta, ovvero la Polis, già ti­tolare del pre­cedente ap­pal­to in proroga. Questo con­sentirà di pro­­cedere nei prossimi gior­­­ni a riespandere le ore di erogazione del servizio, in vista della nuo­va gara che riguarderà l’assistenza da aprile in poi e che, come tutti gli appalti di settore, sarà effettuata in modo da assicurare la continuità del­­­l’assistenza; una soluzione positiva e confortante per i fruitori. Sono circa 300 gli assistiti del comune per il settore sociale, i tagli di cui si tratta hanno riguardato 56 persone, mentre su 87 è sta­­­­to solo ridotto di qual­che o­­ra l’assistenza so­cia­le; quella sa­nita­ria di com­pe­tenza della Asl non è in discussione.

Articolo offerto da: