Il teatro dei Guasconi

teatro dei guasconi

Manca poco all’inizio del calendario degli spettacoli della Piccolo Teatro Gua­sco­ne: si parte domenica 1° novembre lo spazio teatrale di Pescara Portanuo­va continua a resistere e ri­esce a proporre una serie di iniziative anche per la stagione 2015-2016.

“Un teatro che esiste dal 1999 – aggiunge il presidente della Compagnia Orazio Di Vito – Quest’an­no deciso a resistere più che mai, per riportare nel nostro spazio a Pescara an­­che delle compagnie esterne. Un primo filone è dedicato alla proposta formativa. Oltre il solito laboratorio teatrale che si tiene ogni anno ormai da quasi 15 anni, e che quest’anno è incentrato su un lavoro drammaturgico sviluppato sui testi di Fa­brizio De An­drè, ci saranno due seminari extra aperti a tutti che si terranno i primi mesi del prossimo anno. Uno dei due è sulla commedia dell’arte che rappresenta da an­ni uno dei caratteri di­stin­ti­vi della Compagnia dei Gua­sco­ni”.

Si partirà dunque il 1° novembre con il cantastorie siciliano Angelo Mad­da­lena che porterà in sce­na un racconto di parole e mu­sica dal titolo Lu jurnu di tutti li santi un monologo che intreccia le storie di due, a loro modo, invisibili, ovvero l’attivista ecologista svizzero Marco Camenisch in carcere da mol­ti anni e Rosa Balistreri grande cantastorie siciliana.

Poi nel mese di dicembre ci sarà il debutto di Ed­gar la nuova produzione della Com­pagnia dei Gua­sconi liberamente ispirata ad un episodio del romanzo Under­world dello scrittore americano Don DeLil­lo. Una vicenda con protagoniste due suore am­bien­tata tra gli invi­si­bili del Bronx.

Articolo offerto da:

Archidea

Be the first to comment on "Il teatro dei Guasconi"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*