Form-Art, l’importanza dei libri

form-art

La volontà di sviluppare attività teatrali e artistiche, valorizzare il patrimonio culturale italiano e locale, incrementare gli scambi interculturali e intergenerazionali attivando iniziative di cittadinanza partecipata: tutto questo e molto altro, è l’associazione culturale Form-Art, affiliata al­l’Aicis (Associazione italiana cultura e sport), nata a Pescara nel 1999. Attra­ver­so il segretario Dora Giammarco, abbiamo voluto raccontare la loro storia.

Quando e come è nata l’associazione Form-Art? Di cosa vi occupate?

“L’associazione è nata nel 1999 per opera di un gruppo di giovani artisti e operatori socio-culturali, e non ha fini di lucro. Il no­stro scopo è quello di in­centivare le attività culturali, artistiche e teatrali e so­prattutto quello di promuovere la lettura, attraverso il riciclo dei libri usa­ti. Dopo aver catalogato i libri ‘già sfogliati’, li affidiamo a comuni, enti o as­sociazioni, insomma a chi­unque ci metta a disposizione uno spazio! Voglia­mo rendere la cultura ac­cessibile, in modo tale che tutti possano avvicinarsi ad essa a costo zero! Fin­ora abbiamo realizzato di­verse attività, tra le quali un ciclo di concerti a Mon­tesilvano, un convegno sul disagio giovanile, il progetto Mai soli con un libro per la valorizzazione del libro e la promozione della lettura… Abbiamo fornito libri a diverse biblioteche della regione e ne abbiamo create altre dal nulla: per esempio quelle di San Valentino e dell’ospedale civile di Pescara. A quest’ultima possono accedere non solo pazienti e medici, ma an­che esterni. Anzi, ne ap­profitto per lanciare un ap­pello: cerchiamo volontari per la biblioteca in ospedale! A tutti i nuovi soci sa­ranno regalati tre libri. In­vito poi tutti a donare libri: non disfatevene, non gettateli nei cassonetti, noi sia­mo qui apposta, per ridare ai libri una ‘nuova vita’”.

Cosa ne pensa del libro digitale?

“L’e-book non è da di­s­degnare: è un’alterna­tiva al libro cartaceo, una sua na­turale evoluzione. Tuttavia per quanto mi riguarda con­tinuo a preferire il libro tradizionale; resto ammaliata dal fascino del suo profumo, dalle pagine di carta da sfogliare: ha un’ es­senza diversa”. Come vi proponete di avvicinare i giovani ai li­bri? “Noi di Form-Art miriamo all’inclusione sociale creando spazi per persone svantaggiate e cerchiamo di allontanare i ragazzini dalla strada per accostarli alla lettura, soprattutto in quelle realtà penalizzate da marginalità territoriale o socio-economica”.

Quanto è importante la lettura per i ragazzi nell’epoca della tecnologia? Co­sa si perde chi non legge?

“Leggendo si capisce che non si è soli. Ci si immedesima nei personaggi, si vi­vono attraverso le pagine emozioni come fossero pro­prie, ci si rivede in certe si­tuazioni o in alcuni stati d’ animo dei protagonisti. I libri aiutano a non sentirsi soli”.

Il costo dei libri può es­sere eccessivo per alcune famiglie… Il prezzo piuttosto elevato è in qualche mo­do un deterrente?

“La cultura costa, non si può negare. Per alcune persone i prezzi dei libri possono essere eccessivi in rap­­porto al proprio budget. Noi di Form-Art non ci mettiamo in concorrenza con le librerie, vogliamo es­sere un’alternativa e aiutare chi ama leggere e ma­gari non può permetterselo”.

La scuola incentiva ab­ba­stanza la lettura?

“L’approccio della scuola non sempre è costruttivo: si impongono letture e libri selezionati dai docenti. Dovrebbe esserci più li­bertà nella scelta dei testi. Con i libri ‘dovuti’ si ri­schia di allontanare i giovani dal piacere della lettura. La scuola deve formare il buon lettore e insegnare ad avere un pensiero critico anche su quello che vie­ne letto”.

Per concludere, perché leggere? Cosa cercare in un libro?

“Se stessi, semplicemente se stessi. Nella lettura non facciamo altro che cercare dettagli di noi tramite il vissuto dei personaggi. Ognuno cerca le risposte alle proprie domande esistenziali e alle proprie sensazioni”.

Articolo offerto da:

Bar Roberto

Be the first to comment on "Form-Art, l’importanza dei libri"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*