Ccsvi: ora si puo’ fare l’esame

ospedale-teramo

Da questo mese in Abruzzo sarà possibile eseguire l’esame Ecd (ecocolordoppler) per la diagnosi della Ccsvi (interessa soprattutto i malati di Sclerosi multipla, ma potrebbe riguardare anche altre patologie neurodegenerative). Le cure farmacologiche attuali possono rallentare il decorso della malattia, ma non guarirla. I malati in Italia sono 63mila, in Abruzzo 1.900.

Un medico ferrarese, il professor Paolo Zamboni, chirurgo vascolare dell’università di Ferrara, dopo anni di ricerche, ha riscontrato come la maggior parte dei malati di Sclerosi multipla presenti delle anomalie alle vene, soprattutto le giugulari, ossia le vene del collo. La patologia viene chiamata Cccsvi. A tal proposito, da questo mese a Teramo sarà possibile effettuare l’esame per la Ccsvi. Il dottor Camillo D’Ascanio, responsabile Ambulatorio vascolare dell’ospedale di Giulianova, è uno dei pochi ad aver conseguito il master di Emodinamica tenuto dal professor Zamboni. L’esame verrà eseguito a Teramo presso l’Ambulatorio vascolare del poliambulatorio in via Circonvallazione Ragusa, 1. L’impegnativa dovrà portare la seguente dicitura: ecocolordoppler carotideo+studio del circolo venoso centrale extracranico. Per prenotare l’esame bisognerà chiamare il dottor D’Ascanio nel solo giorno di  sabato dalle 13 alle 15, al numero: 366 9371171.

Articolo offerto da: