Assessore Cremonese riunione con i rappresentanti di Confcommercio e Confartigianato

Alfredo Cremonese

Una notte dedicata al commercio, con tanti microeventi e anche due eventi di maggior rilievo, uno in centro e uno a Porta Nuova. Questa la proposta dell’assessore al Commercio Alfredo Cremonese che ieri ne ha parlato con i rappresentanti di Confcommercio e Confartigianato nel corso di un incontro. “Ho convocato tutte le associazioni di categoria”, spiega l’assessore, per “invitare i rappresentanti dei commercianti a cominciare a lavorare insieme su un protocollo per la “Notte dei saldi” 2024, da promuovere i primi giorni di luglio, quando prenderanno il via gli sconti. Seguendo la filosofia di questi anni, vogliamo richiamare l’attenzione dei pescaresi, ma non soltanto di chi risiede in città, sulle attività commerciali del capoluogo adriatico, sfruttando la grande opportunità dell’inizio dei saldi. Non sarebbe coinvolto solo in centro ma anche le altre zone di Pescara, facendo partecipare i commercianti di tutte le aree interessate”, dice l’assessore Cremonese parlando dell’incontro avuto con Riccardo Padovano, Vincenzina De Sanctis, Carlo Nicoletti e Barbara Lunelli. “Insieme alle associazioni si potrà creare un format per poi dargli corpo, dal punto di vista amministrativo, dopo le elezioni comunali di giugno. Ho registrato il parere favorevole di Confcommercio e Confartigianato, che mi faranno avere le loro proposte per questo appuntamento. Da parte mia immagino una serie di microeventi, per rendere la “Notte dei saldi” attrattiva, con due eventi principali: uno si potrebbe organizzare in centro e uno a Porta Nuova, e le attività – quali ristoranti e bar – avrebbero la possibilità di occupare gli spazi pubblici. Il Comune si potrebbe occupare di realizzare una campagna pubblicitaria dell’evento, per portare quante più persone possibili a Pescara, e iniziare così il periodo dedicato ai saldi in maniera importante”.

Articolo offerto da: