Potenziamento delle attività nel Centro Erogazione Servizi (CERS) di Città Sant’Angelo

asl città sant'angelo

Si è tenuto ieri, presso il CERS di Città Sant’Angelo, in Largo Baiocchi 1, la conferenza dal titolo “Potenziamento delle attività nel Centro Erogazione Servizi (CERS) di Città Sant’Angelo”.

 

Sono intervenuti l’Assessore alla Salute della Regione Abruzzo Nicoletta Verì, il Sindaco di Città Sant’Angelo Matteo Perazzetti, l’Assessore alla Salute di Città Sant’Angelo Maurizio Valloreo, il Direttore Generale della ASL Pescara Vincenzo Ciamponi, il Direttore Amministrativo Vero Michitelli, la Direttrice della Funzione Territoriale ASL Pescara dr.ssa Rita Mazzocca, il Responsabile UOSD Progettazioni e Nuove Realizzazioni ing. Luigi Lauriola, il Dirigente Medico Responsabile del CERS di Città Sant’Angelo dr. Enrico Lanciotti.

 

Per l’occasione è stato inaugurato l’Ambulatorio di Pediatria che afferisce all’Unità Operativa Complessa (UOC) di Pediatria del Presidio Ospedaliero di Pescara, diretta dal dr. Maurizio Aricò.

L’Ambulatorio, cui si accede tramite prenotazione CUP, rappresenta un modello sperimentale di integrazione ospedale – territorio, una ramificazione del servizio ambulatoriale ospedaliero dello Sportello Regionale Malattie Rare e Metaboliche, di cui è responsabile la dr.ssa Silvia Di Michele. È stato realizzato in un’ottica di sinergia della specialistica di elezione esclusiva ospedaliera e nel contempo di un potenziamento del servizio di pediatria medica sul territorio.

 

Nel corso della conferenza, occasione anche di un breve excursus, curato dal dr. Lanciotti, sulla storia del Distretto Sanitario, nato nel XIV secolo quale Ospedale e Ospizio di Mendicità di San Giovanni Battista, sono state illustrate le nuove e potenziate attività del CERS ed i progetti futuri.

 

Il Direttore Generale Ciamponi ha delineato il quadro degli interventi che interesseranno l’assistenza sanitaria territoriale della ASL di Pescara per l’attuazione del PNRR/M6 – Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza / Missione Salute, ovvero la realizzazione di 8 Case della Comunità, 3 COT, 3 Ospedali di Comunità e 3 PNC.

Tra di essi, la realizzazione di un Ospedale di Comunità presso il CERS di Città Sant’Angelo, al terzo piano della struttura, dove attualmente si trova la RSA, che verrà trasferita a Tocco da Casauria.

L’Ospedale di Comunità è per definizione una struttura sanitaria di ricovero della rete di assistenza territoriale e svolge una funzione intermedia tra il domicilio e il ricovero ospedaliero. Si rivolge a pazienti che necessitano di interventi sanitari a bassa intensità clinica potenzialmente erogabili a domicilio, ma che richiedono di assistenza e sorveglianza sanitaria infermieristica continuativa, anche notturna, non erogabile a domicilio o in mancanza di idoneità del domicilio stesso (strutturale o familiare). Il progetto della struttura, che accoglierà 20 posti letto, è stato illustrato dall’ing. Lauriola.

 

Il Direttore Amministrativo Michitelli è intervenuto in merito al personale che verrà impiegato presso l’Ospedale di Comunità, sottolineando, in particolare, l’importanza del ruolo infermieristico, in sinergia con il responsabile clinico ed i professionisti sanitari e sociali coinvolti. La struttura, infatti, svolgerà una funzione intermedia tra il domicilio e il ricovero ospedaliero, con la finalità di evitare ricoveri impropri e di favorire dimissioni protette in luoghi più idonei al prevalere di fabbisogni assistenziali, di stabilizzazione clinica, di recupero funzionale e dell’autonomia più prossimi al domicilio.

La dr.ssa Mazzocca, Direttrice della Funzione Territoriale della ASL di Pescara, è entrata nel vivo dei servizi attivi nel CERS di Città Sant’Angelo ed ha illustrato le attività di potenziamento dei seguenti Ambulatori specialistici: Cardiologia – con specifiche competenze in “Ecocardiografia”, Dermatologia, Ostetricia e Ginecologia, Otorinolaringoiatria, Neuropsichiatria infantile. A breve saranno incrementate anche le attività di Chirurgia Vascolare e Neurologia.

L’ultimo tema illustrato dal Direttore Ciamponi e condiviso con il Sindaco Perazzetti ha riguardato il progetto per il Centro Diurno – CSM Area Metropolitana.

La ASL di Pescara ed il Comune di Città Sant’Angelo stanno infatti individuando un sito per ospitare la realizzazione di un Centro Diurno – CSM Area Metropolitana nel territorio angolano. La struttura occuperà una superficie di circa 1300 mq e dovrà rispettare il requisito della raggiungibilità da parte dei mezzi pubblici e la normativa sull’accreditamento regionale (LR 32/2007 e s.m.i). Tale intendimento è condizionato dal reperimento dei fondi necessari.

Il progetto, delineato dall’ing. Lauriola, è stato impostato al fine di garantire la presenza di spazi idonei per lo svolgimento della funzione di supporto sanitario e di assistenza, la qualità ambientale e l’umanizzazione, la privacy del paziente ed il confort di tipo alberghiero.

L’Assessore Verì, nel congratularsi per gli importanti obiettivi raggiunti e per la qualità dei progetti presentati, che godono del suo pieno sostegno, ha affermato: “la realizzazione dell’Ospedale di Comunità permetterà a tantissime famiglie di godere di tutti i benefici che solo una medicina del territorio e di prossimità possono soddisfare.”

Il Direttore Ciamponi ha infine concluso affermando: “questo luogo che conserva nel presente la memoria storica di una vocazione specifica alla Medicina e all’assistenza, è un fattivo esempio di moderna integrazione Ospedale-Territorio”.

Articolo offerto da:

Archidea