La Polizia Locale di Montesilvano ha effettuato 28 sanzioni per gli abbandoni dei rifiuti

abbandono dei rifiuti

La polizia locale ha effettuato 28 sanzioni a coloro che hanno abbandonato i rifiuti sul territorio. Gli abbandono sono stati rilevati tramite le venti fototrappole sparse sul territorio comunale e con degli appostamenti ai confini della città. Le sanzioni riguardano i rifiuti abbandonati da gennaio scorso a oggi e rilevati con le telecamere in via Gandhi, via Costa, via Saline, nelle vie del retro pineta, via Agostinone, via Di Vittorio e via Fonte dell’Abbazia. Gli abbandoni rilevati con appostamenti degli agenti riguardano prevalentemente l’area di confine in via Vestina, via Verrotti, via Cavallotti e via Piceni. Il totale delle sanzioni ammonta a di 8.652,00 euro.

“Ancora una volta sul nostro territorio abbiamo sanzionato delle persone incivili che hanno abbandonato i rifiuti per strada – afferma il vice sindaco e assessore all’Igiene urbana Paolo Cilli – . E’ un gesto inaccettabile che la nostra amministrazione comunale sta combattendo da anni. Le fototrappole posizionate sul territorio comunale continueranno nel loro lavoro fino a quando non avremo più comportamenti di questo tipo. Ricordiamo che sono aperti per lo smaltimento dei rifiuti il centro di raccolta in via Inn e il centro e che Formula Ambiente effettua il ritiro domiciliare. Sono inoltre a disposizione le isole ecologiche su tutto il territorio comunale. Ringrazio ancora una volta il lavoro svolto dal comandante Casale e dagli agenti della polizia locale”.

“Le fototrappole posizionate in alcuni punti strategici della città – spiega il comandante della polizia locale Nicolino Casale – hanno rilevato 19 trasgressori responsabili dell’abbandono di rifiuti in luoghi non consentiti. Le fototrappole consentono di confermare che oltre ai privati cittadini, si rendono protagonisti di questo gesto di inciviltà anche i titolari e gli operai delle imprese. Il numero dei trasgressori da come si evince negli ultimi dati è in diminuzione rispetto a quelli segnalati nei primi mesi del 2022. Con la stagione estiva alle porte effettueremo controlli ancora più capillari sul territorio”.

Articolo offerto da:

Archidea